EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Monito della Cina agli Usa: "Nessun accordo se aumentano i dazi"

Monito della Cina agli Usa: "Nessun accordo se aumentano i dazi"
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Terzo round di colloqui tra il ministro Usa al Commercio Wilbur Ross e il vicepremier cinese Liu He. "Teso e difficile" il G7 finanziario in Canada

PUBBLICITÀ

“Nessun accordo economico e commerciale con Washington se continuerà l’aumento dei dazi”. È il monito della Cina agli Stati Uniti dopo il terzo round di colloqui tra le delegazioni guidate dal segretario statunitense del Commercio, Wilbur Ross, e il vicepremier cinese Liu He, sull'impegno di Pechino di limitare il suo surplus commerciale con gli Stati Uniti, acquistando più beni americani, così da evitare una “guerra commerciale” e soprattutto l'isolamento completo di Washington.

Oltre ad acciaio e alluminio, gli Stati Uniti hanno infatti annunciato sanzioni specifiche in arrivo per 50 miliardi di dollari sull’import anche di altri prodotti cinesi.

Intanto il G7 finanziario in Canada, “teso e difficile”, si è chiuso senza dichiarazione comune ma con la preoccupazione unanime contro l’estensione dei dazi anche a Europa, Canada e Messico.

Un’unica esortazione agli Stati Uniti: tornare indietro su questa misura, destinata a “minare il commercio globale”, in occasione della riunione dei capi di Stato in Quebec dell’8 e 9 giugno.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

G7: unanimità contro dazi Usa

Cina: "Le potenze mondiali si oppongano ai dazi imposti dagli Stati Uniti"

India: una delegazione del Congresso Usa in visita dal Dalai Lama, rabbia di Pechino