ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania: a 25 anni da Solingen resta il pericolo xenofobia

Lettura in corso:

Germania: a 25 anni da Solingen resta il pericolo xenofobia

Germania: a 25 anni da Solingen resta il pericolo xenofobia
@ Copyright :
REUTERS
Dimensioni di testo Aa Aa

Sotto le macerie i pompieri trovarono i corpi carbonizzati di una ragazza di 18 anni e due bambine di 12 e 4 anni. Quello di Hülya, nove anni, era già stato trovato al piano terra.

Il 29 maggio del 1993 Solingen fu teatro del più grande crimine di matrice xenofoba mai commesso in Germania dal dopoguerra e i ministri degli Esteri turco e quello tedesco commemorano l'anniversario del rogo in cui morirono 5 persone di origine turca.

Venticinque anni dopo la Germania si riscopre totalmente vulnerabile agli episodi di intolleranza seguiti alla cirsi dei rifugiati.

"Questi attacchi razzisti devono essere sempre ricordati perché negli anni '90 erano visti come episodi marginali - dice Ayse Demir, rappresentante del sindacato turco di Berlino - Ma oggi ci troviamo in una situazione in cui le persone che non sono conformi agli standard tedeschi vengono attaccate".

A Berlino - oggi come allora - si susseguono le manifestazioni contro l'estrema destra, recentemente approdata in parlamento.

"L'incendio di Solingen è avvenuto 25 anni fa a più di 500 km dalla capitale tedesca - conclude la corrispondente di euronews a Berlino, Jessica Saltz - ma per la comunità turca a Berlino e in tutta la Germania, la commemorazione è un momento per riflettere e contrastare il riemergere di questo tipo di odio razziale".