ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Champions League: tutto in una notte, la nostra anteprima

Lettura in corso:

Champions League: tutto in una notte, la nostra anteprima

Champions League: tutto in una notte, la nostra anteprima
Dimensioni di testo Aa Aa

La nostra anteprima della finale di Champions League 2018 introduce la sfida che vedrà Real Madrid e Liverpool affrontarsi a Kiev.

I ragazzi di Zidane cercheranno di sollevare questo trofeo per il terzo anno consecutivo, mentre gli inglesi cercheranno di sfidare le probabilità.

A due nostri giornalisti, Mark Davis, del team inglese e Manuel Terradillos, spagnolo, chiediamo come vedono l'imminente gara.

"Il Real Madrid ha tutto il diritto di sentirsi sicuro, sono i campioni in carica - dice lo spagnolo - hanno dominato la competizione negli ultimi anni, il nucleo della squadra è ancora lì: t__utti li vedono come favoriti, perché hanno battuto alcuni dei migliori team, come Bayern, Juventus, PSG, quindi ne hanno titolo e penso che lo sappiano anche loro".

''Se il Real raggiunge la finale di Champions League - ribatte il collega - occorre avere la certezza che la squadra abbia l'abilità di vincerla, il LIverpool ha segnato un sacco di gol e questo rappresenta la principale valuta nel calcio. Ha giocato bene nelle partite importanti, penso che per il Real in questa stagione arrivare terzo nella Liga sia un risultato deludente, fuori dalle due Coppe nazionali, non ha fatto vedere grandi cose nemmeno in tutte le partite di Champions. Le "Merengues" hanno punti deboli sotto questo profilo e non sono così letali come due stagioni fa".

Da una parte Ronaldo, Bale, Benzema, dall'altra Mo Salah, Firmino e Mané: chi può vantare i migliori tre in attacco?

"Il Real Madrid ha Cristiano Ronaldo che ha segnato15 gol - ribadisce Terradillos - m_entre Salah ne ha realizzati 10, il che in pratica già fa capire molte cose: ma non sono solo questi tre a fare la differenza, Bale negli ultimi tempi non è dispiaciuto, c'è Isco, Asensio, ogni reparto della squadra ha la possibilità di fare la differenza durante la partita_".

"Statistiche interessanti, quelle di Salah e Ronaldo - dice infine Davis - ma penso che quella più significativa di quest'anno in Champions sia il numero di goal segnati: il Liverpool ne ha fatti 40, con una media di 3,3 gol a partita. Il Real Madrid invece ne ha messi a segno 30, in media 2,5 a match, penso che in termini di numeri il Liverpool sia in vantaggio sul Real: è vero, ci sono Marcelo, Ramos, Ronaldo, hanno vinto più trofei dei rivali, hanno esperienza, sanno come vincere le finali, il Liverpool può vantare una squadra, non la somma delle sue parti".