EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

L'Italia, un grande Paese che non sa fare squadra

L'Italia, un grande Paese che non sa fare squadra
Diritti d'autore 
Di Cecilia Cacciotto
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Paolo Magri, direttore dell'Ispi, riconosce grandezza e limiti italiani. Tra gli altri l'ostilità al cambiamento e l'incapacità a fare squadra

PUBBLICITÀ

Non è vero che l'Italia non funziona. Forte paese esportatore, resta una potenza industriale europea; deve però fare i conti con i suoi limiti.

A dirlo ai nostri microfoni, Paolo Magri, direttore dell'Ispi.

Per Magri l'Italia è restia al cambiamento, in questo senso resta un Paese conservatore.

C'è poi una un'intrinseca incapacità a fare squadra.

Clicca il video qui sopra per ascoltare la nostra intervista a Magri.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Emma Marcegaglia a euronews: Non temo derive populiste in Italia. Investire in educazione

Elezioni italiane: quanto costano i programmi dei partiti?

Gaza, nessuna tregua tra Israele e Hamas: "Netanyahu vuole le ostilità", dice ministro palestinese