Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

La difficile tregua nella Ghouta orientale

La difficile tregua nella Ghouta orientale
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

In conformità con la decisione dell'ONU, che ha sancito una tregua umanitaria in Siria, il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato una tregua quotidiana nella Ghouta orientale, ex roccaforte ribelle, che è stata obiettivo dei bombardamenti del regime di Damasco. La tregua scatta dal 27 febbraio dalle 9:00 alle 14:00 come ha dichiarato il ministro della Difesa russo, Sergei Choïgou.

Con la decisione ONU entra in risonanza anche l'Alto rappresentante dell'Unione Europea Federica Mogherini che a Bruxelles invita alla piena responabilità i tre garanti del processo di Astana, Russia, Iran e Turchia, chiamati a far rispettare il processo di de-escalation e non a far scattare una nuova escalation di violenza e bombardamenti nello scacchiere siriano con centinaia di vittime fra i civili come quelle che si sono viste negli ultimi giorni.