ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Reza Zarrab, testimone chiave nel processo che imbarazza Ankara

Lettura in corso:

Reza Zarrab, testimone chiave nel processo che imbarazza Ankara

Reza Zarrab, testimone chiave nel processo che imbarazza Ankara
Dimensioni di testo Aa Aa

Il processo al magnate turco-iraniano che fa innervosire la Turchia. Il magnate dell'oro Reza Zarrab si è dichiarato colpevole e ha deciso di cooperare con la giustizia americana in un caso che potrebbe creare più di un problema al Presidente Recep Tayyip Erdoğan, a cui l'imputato è legato a doppio filo.

Di cosa è accusato Zarrab: 34 anni, soprannominato "Goldfinger" per la fortuna fatta nel mercato dell'oro, avrebbe aggirato le sanzioni internazionali a carico dell'Iran grazie alla complicità di banche turche, da cui l’accusa di riciclaggio e di frode bancaria.

Giudicato da un tribunale di New York Zarrab è stato arrestato a marzo dell'anno scorso e la sua testimonianza lascia scoperte una serie di personalità di primo piano del governo Erdogan a partire dall'ex-Ministro dell'Economia turco Zafer Caglayan, al quale il faccendiere turco-iraniano avrebbe versato tangenti per un totale di 10 miliondi di dollari.

Altro possibile personaggio chiave del potere di Ankara sospettato di corruzione è Egemen Bağış, parlamentare ed ex-consigliere del Primo Ministro per la politica estera.

Nell'enorme macchina economico-finanziaria i cui meccanismi venivano oliati da Zarrab aveva un ruolo cruciale il banchiere turco Mehmet Hakan Atilla, attualmente il solo accusato del processo, attraverso il quale i dettagli sul ruolo diretto di Anakara potrebbero sgorgare come da un rubinetto aperto.