A Las Vegas la strage più letale degli Usa

A Las Vegas la strage più letale degli Usa
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Un pensionato spara sulla folla di un concerto country. Almeno 58 morti. Per ora alcun legame con Isis.

PUBBLICITÀ

Las Vegas colpita dalla più grave sparatoria di massa nella storia degli Stati Uniti: nelle immagini amatoriali il panico degli spettatori di un concerto di musica country quando si sono resi conto che il rumore che avevano sentito improvvisamente non era quello di fuochi d’artificio ma quello di pallottole.

A sparare sulla folla di 22.000 persone sarebbe stato un pensionato di 64 anni del Nevada
dal trentaduesimo piano dell’Hotel Mandalay Bay. L’uomo si è suicidato prima dell’arrivo della polizia nella sua stanza dove sono stati trovati almeno dieci fucili.

L’attentatore, che ha ucciso 58 persone e ne ha ferite oltre 500, avrebbe agito in nome dell’Isis secondo un comunicato dell’agenzia Amaq, l’organo di propaganda del sedicente stato islamico. Ma l’FBI ha dichiarato di “non aver individuato per il momento alcun legame con il gruppo terroristico”.

Una strage più letale di quella di Orlando quando un uomo uccise 49 persone in un club notturno per omossessuali nel giugno del 2016.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

New York: Donald Trump condannato a pagare oltre 350 milioni di dollari

Processi a Donald Trump, prima udienza per il caso Stormy Daniels fissata il 25 marzo

Donald Trump "incoraggia" la Russia ad attaccare i Paesi della Nato che non pagano la loro parte