Cuba:"Nel caso dei diplomatici a L'Avana, gli Usa non prendano decisioni affrettate"

Cuba:"Nel caso dei diplomatici a L'Avana, gli Usa non prendano decisioni affrettate"
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
PUBBLICITÀ

Risolvere questa inchiesta è tutt’ora una priorità per il governo cubano e siamo contrari ad eventuali decisioni affrettate. Così il ministro degli Esteri cubano, Rodriguez si è espresso sulla questione dei diplomatici statunitensi all’ambasciata di L’Avana, coinvolti dagli attacchi acustici che hanno provocato sintomi come perdita dell’udito, nausea e mal di testa. Nell’incontro a Washington con il suo omologo statunitense, Tillerson, Rodriguez ha ribadito che sono molte le risorse che stanno lavorando sul caso che rimane ancora un mistero. La chiusura dell’ambasciata di L’Avana, ventilata dagli Stati Uniti, è un’ipotesi che non piace a Cuba.

1.) #BrunoRodriguez reaffirmed that the Cuban government has never perpetrated nor will it ever perpetrate attacks of any kind vs. diplomats pic.twitter.com/ThqILr0MTD

— Cuban Embassy in US (@EmbaCubaUS) 27 settembre 2017

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Giovani cubani mandati a morire in Ucraina

Lavrov a Cuba: Russia e Stati Uniti non hanno relazioni speciali

Pakistan: Asif Ali Zardari eletto 14° presidente, aveva ricoperto la carica dal 2008 al 2013