Germania: nuove prove incastrano l'infermiere killer, che avrebbe ucciso almeno 84 pazienti

Germania: nuove prove incastrano l'infermiere killer, che avrebbe ucciso almeno 84 pazienti
Di Cinzia Rizzi
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
PUBBLICITÀ

Sarebbero 84 le vittime di Nils Högel, infermiere tedesco già condannato all’ergastolo nel 2015, per aver ucciso due pazienti e aver tentato di ucciderne altri due in un ospedale della Bassa Sassonia. La autorità, dopo tre anni di indagini e con in mano i risultati delle autopsie condotte su altri cadaveri, avrebbero ora le prove che gli omicidi commessi dal 40enne tra il 2000 e il 2005 sarebbero almeno 84. Nei corpi riesumati, sono state infatti trovate tracce di un farmaco che provoca l’arresto cardiaco. Secondo l’accusa, Högel iniettava il medicinale per poi provare a rianimare i pazienti, mostrandosi quindi come un eroe.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania: ergastolo all'infermiere killer Högel

Germania: cominciato il processo all'infermiere killer

Germania: manifestazioni pro Ucraina a due anni dall'invasione russa