EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Iran: niente malattie né difetti fisici per insegnare

Iran: niente malattie né difetti fisici per insegnare
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Documento del dipartimento dell'istruzione genera forti polemiche

PUBBLICITÀ

In Iran un buon insegnante deve essere una persona in salute e senza difetti fisici. Il dipartimento di istruzione iraniano ha pubblicato un documento controverso con un elenco di centinaia di disturbi che possono far perdere il posto di lavoro a diverse categorie professionali, tra cui gli insegnanti.

Coloro che lavorano nelle aule, infatti, non dovrebbero presentare, secondo Teheran, difetti facciali o patologie epidermiche gravi, segni di ustioni o meno di 20 denti. Le donne che presentano peli sul viso sono anche escluse dall’insegnamento. Contro tutte le regole sulla privacy sono inserite anche patologie come l’infertilità (femminile), i tumori, i calcoli, la cecità.

L’elenco è stato pubblicato dall’agenzia stampa “FARS”, che ha sottolineato come i candidati insegnanti trascorrono più tempo a fare test medici di quanto non ne dedicano alla formazione.

Un giornalista ha ironicamente sottolineato che il noto scienziato Stephen Hawking sarebbe stato vietato l’insegnamento in Iran.

استفان هاکینگز نابغه فیزیک اگر ایران زندگی می کرد، با این محدودیت‌های پزشکی اعلام شده آموزش و پرورش برای استخدام معلمان الان خانه‌ نشین بود! pic.twitter.com/ktGLaKxUoI

— Omid Memarian (@Omid_M) August 23, 2017

Gli utenti dei social media iraniani hanno subito protestato, chiedendo ad un consulente del presidente Hassan Rouhani di promettere che l’elenco sarebbe stato indagato.

Per ora l’unica reazione viene da un portavoce del dipartimento di istruzione, che ha annunciato al quotidiano Etemad che le misure che interessavano specificamente le donne sarebbero stato rimosse e il resto della lista è stato rivisto.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Iran, arrestata l'attivista Nasrin Sotoudeh. Non indossava il velo

Iran blindato a un anno dalla morte di Mahsa Amini. Arrestato e rilasciato il padre della ragazza

L'innovativo sistema olandese di assistenza agli anziani