Barcellona: caccia all'autista, due italiani tra le 14 vittime degli attentati catalani

Barcellona: caccia all'autista, due italiani tra le 14 vittime degli attentati catalani
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Al momento tre arresti e un grande ricercato; 100 i feriti. Le vittime italiane sono Bruno Gulotta e Luca Russo

PUBBLICITÀ

Proseguono le indagini sull’attentato che ha sconvolto Barcellona giovedi, mentre sale il bilancio delle vittime. Sono 13 i morti accertati, tra i quali due italiani e oltre 100 feriti, travolti da un furgone sull’area pedonale della Rambla. Tra gli italiani deceduti è stata confermata l’identità di Bruno Gulotta, giovane papà di Legnano di 35 anni, stato ucciso davanti alla famiglia, mentre passaggiava. La moglie ha appena fatto in tempo a mettere in salvo i figli. L’altra vittima si chiama Luca Russo, 25enne di Bassano del Grappa, nella città catalana con la fidanzata.

Sarebbe ancora attivamente ricercato il conducente del van, che le autorità catalane pensano sia il 17enne Mousa Oukabir, fratello minore di Driss, arrestato a Ripoll. Altre tre persone sono state fermate dalla polizia, in relazione all’attacco terroristico.

Il percorso del van assassino

“Purtroppo noi spagnoli abbiamo familiarità con il dolore causato dal terrorismo, abbiamo subito attacchi come questo nella nostra storia recente, ma sappiamo anche che i terroristi possono essere sconfitti: possono essere battuti dall’unità istituzionale, dalla cooperazione delle forze dell’ordine, dalla prevenzione, dal sostegno internazionale e dalla solida determinazione a difendere i valori della nostra civiltà: democrazia, libertà e diritti umani”, ha dichiarato il Premier spagnolo Mariano Rajoy.

La prioridad es atender a los afectados, detener a los asesinos y recuperar la normalidad. Los españoles venceremos al terrorismo #Barcelona

— Mariano Rajoy Brey (@marianorajoy) 17 agosto 2017

L’attentato è stato rivendicato nelle ore successive dall’Isis, che attraverso l’agenzia di stampa Amaq, ha parlato degli autori della strage come ‘‘soldati del califfato’‘.

Spanish Amaq now deleted the old Barcelona claim which only mentioned a single attacker and published a new one which speaks of soldiers. pic.twitter.com/mavU2J7H48

— Björn Stritzel (@bjoernstritzel) 17 agosto 2017

Cinque terroristi sono stati uccisi nella notte a Cambrils, a un centinaio di chilometri da Barcellona, dopo essere piombati sulla folla con un’auto. Una donna è morta in seguito alle ferite riportate. I due attacchi sarebbero collegati.

Nuovo attacco a #Cambrils: Audi A3 contro la folla, 6 feriti. Uccisi 5 terroristi con cintura esplosiva→ https://t.co/38FPuk09Du#Barcellonapic.twitter.com/EAWLzaZ8JA

— Rainews (@RaiNews) 18 agosto 2017

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Madrid, 20 anni dagli attentati che cambiarono la lotta al terrorismo in Europa

Spagna, 14enne accoltella studenti e insegnanti, cinque feriti: comunità sotto shock

Iran-Israele, il conflitto è diretto: il pericolo di missili, raid e arsenali nucleari