This content is not available in your region

Juncker attenua le parole di Trump sui 'tedeschi cattivi'

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Juncker attenua le parole di Trump sui 'tedeschi cattivi'

Il governo tedesco ha reagito in sordina alle dichiarazioni di Donald Trump che emergono dai recenti incontri a Bruxelles col presidente della Commissione Ue Jean Claude
Juncker e il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk.

Secondo la testata tedesca ‘Spiegel on line’ il Presidente Usa avrebbe detto che i tedeschi “sono cattivi, molto cattivi”, criticando il surplus commerciale tedesco.

Cosi’ a Taormina in conferenza stampa, prima dell’avvio del G7, il Presidente della Commissione non ha smentito l’uso della parola inglese ‘bad’ (cattivo) da parte di Trump, ma ha spiegato – anche parlando in tedesco, lingua che conosce molto bene – che “se qualcuno usa la parola ‘bad’ non significa che letteralmente tu debba tradurre ‘cattivo’”. “E’ un problema di traduzione”, ha ripetuto, continuando a spiegare che Trump intendeva dire che il comportamento dei tedeschi e della Germania ‘non va bene’, non che i tedeschi siano malvagi.

Il surplus commerciale della Germania “non sarebbe né buono né cattivo”, ha dichiarato venerdi’ in modo asettico un portavoce del governo di Berlino.