EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Assange ha vinto. La Svezia archivia l'inchiesta per stupro, ma il fondatore di Wikileaks teme un nuovo processo, stavolta negli Stati Uniti.

Assange ha vinto. La Svezia archivia l'inchiesta per stupro, ma il fondatore di Wikileaks teme un nuovo processo, stavolta negli Stati Uniti.
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Svolta sul caso Assange.

PUBBLICITÀ

Svolta sul caso Assange. La procura svedese ha archiaviato l’inchiesta nei confronti del fondatore di Wikileaks. Rinchiuso nell’ ambasciata dell’Ecuador a Londra da 5 anni, per evitare di essere estradato in Svezia, Assange era accusato di stupro, ma il capo della Procura Marianne Ny ha annunciato dopo 7 anni la chiusura delle indagini.

Non si sa quando Assange potrà lasciare l’ambasciata, ma secondo il suo legale, la Svezia non opporrà alcun ostacolo.

A catturare Assange fuori dall’ambasciata potrebbe essere Scotland Yard, obbligata a rispettare il mandato di cattura emesso dal tribunale di Westminster dopo il rifiuto di Assange, nel 2012, di presentarsi di fronte alla Corte che avrebbe dovuto pronunciarsi sulla richiesta di estradizione degli Stati Uniti.

Al momento Londra non conferma di aver ricevuto una nuova richiesta di estradizione da Washington. Ma Assange teme che si istruisca un nuovo procedimento giudiziario a suo carico, stavolta di fronte alle autorita statunitensi, per la divulgazione di centinaia di migliaia di documenti diplomatici e riservati.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Wikileaks: Julian Assange, arresto confermato

WikiLeaks: il braccio di ferro tra Assangee la giustizia continua

Assange, procuratori svedesi pronti a interrogarlo a Londra