EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Italia. Roma nel caos per la protesta dei tassisti. Incidenti

Italia. Roma nel caos per la protesta dei tassisti. Incidenti
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il governo tenta una mediazione

PUBBLICITÀ

Migliaia di tassisti hanno assediato il Parlamento, a Roma, per manifestare contro il servizio Uber e il decreto Milleproroghe. Sono state lanciate anche bombe carta.

I tassisti temono la distruzione di un servizio pubblico, quello dei taxi, per favorire una concorrenza privata che non è sottoposta alle stesse regole.

La protesta va avanti da una settimana. Il centro della capitale italiana è rimasto bloccato, gli animi sono surriscaldati.

La giornata ha visto anche scontri davanti alla sede del Partito democratico. La polizia ha respinto la folla e si registrano due contusi.

Il governo ha risposto preannunciando un decreto ministeriale per regolare il cosiddetto noleggio auto con conducente e un tavolo di trattativa con le associazioni di categoria.

Manifestazioni spontanee di tassisti si segnalano anche in altre città, come ad esempio a Bologna, Dall’avvento di Uber, i tassisti sono in subbuglio in molti paesi.

artito democratico. La polizia ha respinto la folla e si registrano due contusi.

afgasdf asdfsdf asdfas asdfasdf

Il governo ha risposto preannunciando un decreto ministeriale per regolare il cosiddetto noleggio auto con conducente e un tavolo di trattativa con le associazioni di categoria.

Manifestazioni spontanee di tassisti si segnalano anche in altre città, come ad esempio a Bologna, Dall’avvento di Uber, i tassisti sono in subbuglio in molti paesi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Brindisi: proteste contro il “G7 della guerra”

Ministra Roccella contestata agli Stati generali Natalità: solidarietà da Meloni

Brennero, agricoltori italiani alla frontiera con l'Austria, Coldiretti: "difendere made in Italy"