EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

L'intervento a gamba tesa di Trump sull'Europa

L'intervento a gamba tesa di Trump sull'Europa
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il plauso alla Brexit e la reazione degli europeisti

PUBBLICITÀ

Gli euroscettici battono la grancassa di Donald Trump sull’Europa, mentre per la Bruxelles europeista il presidente degli Stati uniti eletto suona un campanello che esorta a serrare i ranghi.

Nella prima categoria c‘è il ministro degli esteri britannico Boris Johnson :

È una buonissima notizia che gli Stati uniti vogliano concludere un accordo globale di libero mercato con noi e lo vogliano fare velocemente. È grandioso sentirlo da un presidente eletto. Faremo un accordo molto positivo per entrambe le parti, non ho dubbi su questo.

Chiudere il vado di Pandora della Brexit

Il riferimento è all’invito che Trump fa alla Gran Bretagna del post-brexit di discutere di un accordo commerciale bilaterale.

Nella seconda categoria, quella dei filo-europeisti preoccupati, c‘è la cancelliera tedesca Angela Merkel , che affronta l’argomento di sbieco:

Il destino di noi europei è nelle nostre mani. Continuerò a impegnarmi per mantenere una cooperazione efficace fra i ventisette stati membri.

Il tutto per scongiurare il pronostico del prossimo inquilino della Casa bianca, secondo cui la Gran Bretagna ha aperto una strada, quella dell’uscita dall’Unione europea, che altri prenderanno in futuro.

Fra i governi più euroscettici, l’Ungheria scopre le sue carte: Trump non pensi a noi, ha detto il ministro degli esteri Peter Szjjarto, noi siamo più forti nell’Unione e ci restiamo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Stati Uniti: Donald Trump contestato alla convention del Partito Libertario

Elezioni europee, Procaccini: "Obiettivo per Ecr è fermare l'immigrazione illegale"

Europee, ultimo sondaggio prima del voto: il Parlamento vira a destra, ma la maggioranza è incerta