EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Iraq: prosegue battaglia a Mosul, vengono ripulite le sacche nelle retrovie

Iraq: prosegue battaglia a Mosul, vengono ripulite le sacche nelle retrovie
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I peshmerga curdi avanzano verso Mosul da nord-est, e ripuliscono alcune sacche di resistenza dell’Isis: come a Bashiqa, dove sono entrati i primi contingenti di una forza di…

PUBBLICITÀ

I peshmerga curdi avanzano verso Mosul da nord-est, e ripuliscono alcune sacche di resistenza dell’Isis: come a Bashiqa, dove sono entrati i primi contingenti di una forza di 2.000 uomini con blindati e armi pesanti, sulla strada verso la roccaforte del sedicente Stato Islamico.
La cittadina, a una quindicina di km da Mosul, era stata bombardata in precedenza, per indebolire la resistenza dell’Isis.

“Non ci sono problemi nelle zone in cui non ci sono civili. E attualmente, secondo i nostri servizi d’informazione, non ci sono più civili a Bashiqa. È rimasta solo gente dell’Isis. Abbiamo individuato dei bersagli che abbiamo colpito dalla mattina, e ora le nostre forze stanno avanzando, stiamo completando la missione”, diceva il comandante Peshmerga prima della fase di ripulitura del centro che era sotto assedio da una settimana.

A sud e sud est è invece l’esercito iracheno ad avanzare, appoggiato da una milizia sciita e una sunnita filo-turca.
E le forze speciali hanno ripreso il controllo di Hammam al-Alil, cittadina tristemente nota alle cronache perché nei giorni scorsi le Nazioni Unite avevano denunciato la deportazione di parte della sua popolazione verso il centro di Mosul: civili usati quindi come scudi umani.
Nel frattempo le forze speciali irachene sono all’interno di Mosul, nella periferia orientale, dove stentano però ad avanzare.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'esercito iracheno si avvicina a Mosul,presa città vicino all'aeroporto

Mosul, l'esercito iracheno ora stringe anche da sud: "Siamo a meno di 15 km"

Iraq, parlamento approva la legge per criminalizzare l'omosessualità: fino a 15 anni di reclusione