Colombia: il presidente Santos proroga il cessate il fuoco con le FARC

Colombia: il presidente Santos proroga il cessate il fuoco con le FARC
Di Diego Giuliani
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La misura estesa fino al 31 dicembre. Il Capo di Stato e Nobel per la pace: "Non è un ultimatum. Spero in un nuovo accordo di pace"

PUBBLICITÀ

Le armi tacciano per dare una nuova speranza alla pace. Il presidente colombiano Juan Manuel Santos ha prorogato fino al 31 dicembre il cessate il fuoco con le Farc instaurato ad agosto – e già esteso fino alla fine di ottobre -, che era spirato con la bocciatura dell’accordo di pace con la guerriglia marxista, decretato dal referendum di inizio mese.

“Non è un ultimatum, né tantomeno una scadenza inderogabile – ha detto il Capo di Stato colombiano, da poco insignito del Nobel per la pace -. Spero tuttavia che il processo in corso porti a un nuovo accordo ben prima di questa data”.

Determinante nella sua decisione, ha spiegato Santos, l’incontro con alcuni gruppi studenteschi coinvolti nell’organizzazione di due importanti manifestazioni, che poco prima avevano sfilato a Bogotà, sollecitando il governo a proseguire negli sforzi di pace con le Farc.

Me reuní con jóvenes que defienden la paz. Ellos expresan un clamor nacional que exige celeridad y no comenzar de cero #ElPresidenteEscuchapic.twitter.com/da4FiTU25M

— Juan Manuel Santos (@JuanManSantos) 14 ottobre 2016

L’ELN: sì ai negoziati di pace (ma avanti con gli attacchi)

Contraddittorie le reazioni dell’ELN ai crescenti sforzi per raggiungere un duraturo accordo con le Farc. A pochi giorni dall’annunciato avvio di negoziati di pace con il governo, l’Esercito di Liberazione Nazionale – il secondo gruppo ribelle della Colombia – ha prima liberato un ostaggio e poi sferrato un attacco contro dei poliziotti, di scorta a un gruppo di funzionari governativi.

Delegaciones de Gobierno y @ELN_Paz anuncian inicio oficial del diálogo #VenezuelaGaranteDePazpic.twitter.com/UhojWiA26O

— Mercal Lara (@Mercal_Lara) 11 ottobre 2016

Bogotà per la pace: dopo le manifestazioni un accampamento di tende

Un “accampamento per la Pace” è intanto sorto nella centrale Plaza Bolivar di Bogota, per ribadire al governo colombiano il sostegno di quel quasi 50%, che al referendum del 2 ottobre ha visto beffato di un soffio appena il suo appello a un accordo definitivo con le Farc.

#PazParaColombia | Nuevo campamento por la paz se instala en Bogotá https://t.co/UyJAULgx3Npic.twitter.com/lD8tMSx2gq

— teleSUR TV (@teleSURtv) 14 ottobre 2016

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Esclusiva tv Euronews, nunzio apostolico a Kiev chiarisce le parole del Papa sulla tregua in Ucraina

Forum economico a Davos, sul tavolo il piano di pace dell'Ucraina

Nagorno-Karabakh: le violazioni del cessate il fuoco, la rabbia, i colloqui