Siria. I negoziati per un'estensione del cessate sono in stallo

Siria. I negoziati per un'estensione del cessate sono in stallo
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I civili restano ancora senza aiuti

PUBBLICITÀ

Il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha cancellato le previste consultazioni a porte chiuse sulla Siria . Su richiesta di Stati uniti e Russia, che non hanno ancora trovato una posizione comune sul prolungamento del cessate il fuoco.

L’obiettivo dei colloqui era proprio quello di preparare il documento a sostegno di una proroga della sospensione dei combattimenti. Ora i due grandi si accusano a vicenda per lo stallo.

Il vice comandante delle operazioni russe in Siria Viktor Ponzikhir :

Siamo pronti a estendere il cessate il fuoco di altre 72 ore. Ci attendiamo dagli americani azioni decisive per influenzare i gruppi armati sotto il loro controllo in modo che applichino rigorosamente gli accordi del nove settembre. Altrimenti la situazione in Siria potrebbe diventare incontrollabile.

La Casa bianca avverte che non farà altri passi fino a che non ci saranno almeno sette giorni continuativi di riduzione nei combattimenti.

La conseguenza dello stallo nel negoziato è che gli aiuti umanitari ancora non giungono, ad esempio ad Aleppo est, sotto assedio e dove la popolazione civile è senza risorse.

Secondo Washington il governo di Damasco porta la responsabilità del blocco degli aiuti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Haiti, l'allarme del Pam: in corso la peggiore crisi alimentare dal 2010

Gaza: si riaprono colloqui Israele-Usa per offensiva a Rafah, scontri al confine con il Libano

Gaza, Israele attacca e occupa l'ospedale al-Shifa