EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Virus Zika: 22 Paesi in America Latina e Caraibi da evitare per le donne incinte

Virus Zika: 22 Paesi in America Latina e Caraibi da evitare per le donne incinte
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In America Latina comincia a diffondersi il panico per il virus Zika, trasmesso dalla puntura di zanzare di origine africana. Anche se il legame con

PUBBLICITÀ

In America Latina comincia a diffondersi il panico per il virus Zika, trasmesso dalla puntura di zanzare di origine africana. Anche se il legame con casi di microcefalia fetale non è ancora dimostrato, a El Salvador il viceministro della Sanità ha addirittura suggerito alle donne di evitare la procreazione per i prossimi due anni.

Ventidue i Paesi latinoamericani e dei Caraibi dove le autorità statunitensi sconsigliano i viaggi alle donne in gravidanza.

“Siamo abbastanza preoccupati per le complicazioni potenziali per i feti di donne incinte nel caso venissero colpite dal virus Zika”, afferma la dottoressa Beth Bell, direttrice dei Centri per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie. “Per questo consigliamo loro di prendere seriamente in considerazione il fatto di rinviare i viaggi in quelle zone, se possibile”.

Il Paese con il maggior numero di infezioni è il Brasile dove si sospetta che quasi 3900 casi di bambini con microcefalia siano dovuti al virus Zika contratto dalle mamme. Il legame è ancora allo studio, sottolinea l’Organizzazione Mondiale della Sanità, secondo la quale le malformazioni possono dipendere da diversi fattori.

Arrivato sul continente americano l’anno scorso, il virus veicolato dalla zanzara Aedes Aegypti era stato identificato per la prima volta in Uganda nel 1947.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Perù: successo per la Fiera dei desideri, visite agli sciamani per un futuro migliore

Il ciclone devasta Rio Grande do Sul, in Brasile, decine di morti, migliaia di sfollati

Panama, siccità obbliga a ridurre il transito di navi nel canale, perdite per 200 milioni di dollari