EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Attentati Parigi: Mohammed Abrini, il secondo ricercato, forse non c'era

Attentati Parigi: Mohammed Abrini, il secondo ricercato, forse non c'era
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Salah Abdeslam, e poi Mohamed Abrini: sono due i ricercati nell’inchiesta sugli attentati di Parigi. Del primo s‘è parlato molto, di Abrini meno

PUBBLICITÀ

Salah Abdeslam, e poi Mohamed Abrini: sono due i ricercati nell’inchiesta sugli attentati di Parigi. Del primo s‘è parlato molto, di Abrini meno, anche perché il suo ruolo è emerso solo in una seconda fase.
Abrini compare, in un filmato, insieme a Salah Abdeslam, l’uomo fuggito dal Bataclan, con l’auto noleggiata in Belgio e poi ritrovata dopo l’attentato.

L’auto è stata filmata a un distributore di Resson-sur-Matz, lungo il percorso tra Bruxelles e Parigi, due giorni prima dell’attentato.

Nella capitale belga, più precisamente nel quartiere di Molenbeek, abitavano sia Abdeslam che Abrini, amici d’infanzia, come conferma anche la madre di Abrini.

La donna ha lanciato un appello al figlio, perché si costituisca. Lo descrive come un ragazzo normale, ben educato, mai stato vicino al radicalismo. Dice che la sera dell’attentato di Parigi lui era a Bruxelles, e vi sono alcune testimonianze a conferma.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Parigi, i testimoni: "abbiamo sentito gridare, un attimo dopo c'era panico ovunque"

Terrorismo in Francia: arrestato ucraino filorusso, stava preparando un ordigno esplosivo

Francia, giornata di sciopero nelle carceri dopo l'attacco letale al furgone penitenziario