Arabia Saudita, Gran Mufti Al Sheikh: "Strage a Mina voluta dal destino"

Arabia Saudita, Gran Mufti Al Sheikh: "Strage a Mina voluta dal destino"
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Tutta colpa del destino: il Gran Mufti dell’Arabia Saudita Al Sheikh ha attribuito a una fatalità fuori dal controllo umano la tragedia che ha fatto

PUBBLICITÀ

Tutta colpa del destino: il Gran Mufti dell’Arabia Saudita Al Sheikh ha attribuito a una fatalità fuori dal controllo umano la tragedia che ha fatto 717 morti e oltre 800 feriti giovedì scorso, primo giorno della Festa del Sacrificio. I pellegrini sono rimasti uccisi travolti dalla calca a Mina, città santa a pochi chilometri da La Mecca. Sono circa due milioni i fedeli che si sono radunati per partecipare all’Hajj, il rituale pellegrinaggio.

“Prego per le vittime e porgo le mie condoglianze alle loro famiglie, sono dei martiri e vogliamo dire ai loro cari che la loro morte non è stata vana, era questa la volontà di Allah”, dice Siraj-Eddin Abdel Satttar, un fedele egiziano.

Per l’Iran è Riad la colpevole del massacro perché incapace di organizzare il pellegrinaggio. A Teheran in centinaia hanno marciato inneggiato alla “morte della dinastia saudita”. Per la folla, l’Arabia Saudita deve assumersi la responsabilità della morte di 131 iraniani, tra le vittime del peggiore incidente dal 1990.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Arabia Saudita, ripresi i riti a Mina dopo la tragedia. Riyad: inchiesta rapida

Tragica ressa alla Mecca, 717 pellegrini morti nella calca

Islam: due milioni di pellegrini alla Mecca, Grand Mufti chiede unità contro Isil