Egitto: tre anni di carcere per tre giornalisti di Al-Jazeera

Egitto: tre anni di carcere per tre giornalisti di Al-Jazeera
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Tre giornalisti di Al-Jazeera, l’australiano Peter Greste, l’egiziano Baher Mohamed e il canadese Mohamed Fahmy, sono stati condannati a tre anni di

PUBBLICITÀ

Tre giornalisti di Al-Jazeera, l’australiano Peter Greste, l’egiziano Baher Mohamed e il canadese Mohamed Fahmy, sono stati condannati a tre anni di carcere da un tribunale del Cairo.

Il reato: diffusione di informazioni false e sostegno ai Fratelli Musulmani, cui apparteneva il presidente destituito Mohamed Morsi. Dietro al-Jazeera Il Cairo vede la mano del Qatar. Per il giudice i tre non sono neppure giornalisti, perché non erano registrati come tali.

I condannati denunciano un processo politico, l’avvocatessa di Fahmy, Amal Alamuddin, spera di ottenere la grazia presidenziale o il rientro nel Paese di origine. Fahmy e Mohamed erano presenti in aula, mentre Greste è stato condannato in contumacia: era tornato in Australia a febbraio grazie a un decreto presidenziale.

La cassazione aveva ordinato il nuovo processo dopo aver annullato le precedenti condanne, più pesanti, che avevano suscitato critiche in tutto il mondo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Moda, commissariata la Giorgio Armani Operations: accuse di caporalato a opifici in Lombardia

Russia: estesa la detenzione della giornalista russo-americana Alsu Kurmasheva

Usa, Donald Trump paga 175 milioni di dollari di cauzione per evitare la confisca dei suoi beni