EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Egitto, morto Barakat. Il Procuratore generale tra i protagonisti dell'epurazione post Morsi

Egitto, morto Barakat. Il Procuratore generale tra i protagonisti dell'epurazione post Morsi
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La giustizia egiziana nel mirino dei miliziani islamisti. E’ morto Hisham Barakat, il procuratore generale egiziano rimasto coinvolto questa mattina

PUBBLICITÀ

La giustizia egiziana nel mirino dei miliziani islamisti. E’ morto Hisham Barakat, il procuratore generale egiziano rimasto coinvolto questa mattina in un attentato al Cairo.

La conferma arriva dalle autorità egiziane. L’attacco è stato rivendicato dalla cellula terroristica Moqawma al Shabia, considerata vicino ai Fratelli Musulmani.

Il decesso del funzionario pubblico è avvenuto in ospedale a seguito di una forte emorragia interna. L’attacco è avvenuto lunedì mattina in una delle strade più eleganti della capitale egiziana, dove un’autobomba è stata lanciata contro il veicolo sul quale Barakat viaggiava. Altre cinque auto sono state distrutte dalla detonazione.

L’attentato segue la diffusione di un video in cui un gruppo di miliziani uccide tre giudici egiziani scomparsi a maggio scorso.

Barakat è stato uno dei protagonisti dell’epurazione post Morsi. Dal luglio del 2013, il Procuratore generale aveva avviato una serie di sequestrati di beni e proprietà a diversi esponenti di spicco della Fratellanza musulmana. Un gesto che gli era valsa l’ostilità del movimento e che oggi si è trasformato nella sua condanna a morte.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Israele: attacco con coltello in un centro commerciale in Galilea, due morti compreso attentatore

Terrorismo in Francia: arrestato ucraino filorusso, stava preparando un ordigno esplosivo

Germania, si apre processo contro i Cittadini del Reich per un tentato colpo di Stato