EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Grecia: la video-minaccia di Tusk, resta poco tempo per decidere

Grecia: la video-minaccia di Tusk, resta poco tempo per decidere
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Mancano poche ore, poco più di un giorno, al vertice dei Capi di Stato e di Governo dell’eurozona, e appena una decina di giorni alla scadenza della

PUBBLICITÀ

Mancano poche ore, poco più di un giorno, al vertice dei Capi di Stato e di Governo dell’eurozona, e appena una decina di giorni alla scadenza della tranche da un miliardo e seicento milioni che la Grecia dovrebbe pagare, pena il default.
Il Presidente del Consiglio Europeo, Donald Tusk, ha mandato un minaccioso videomessaggio:

“Siamo vicini al punto in cui il governo greco dovrà scegliere tra accettare quella che credo sia una buona offerta per proseguire gli aiuti o dirigersi verso il default. Alla fine dei conti, questa è una decisione e una responsabilità greca, e può essere solo greca. C‘è ancora tempo, ma solo pochi giorni, usiamoli saggiamente”, ha detto Tusk nel video-messaggio, forse troppo carico di artifici retorici: luci e taglio dell’immagine, per esempio, non sembrano contribuire a renderlo convincente, almeno a giudicare dalle reazioni in Grecia: assenti.

D’altra parte in giornata il premier greco, Alexis Tsipras, era impegnato in Russia, a San Pietroburgo: ha deposto una corona sulla statua dell’eroe greco ma russo di nascita, Kapodistrias. Inviando contemporaneamente la propria minaccia all’Europa: quella del paventato avvicinamento di Atene a Mosca. In un’intervista, Tsipras ha detto che l’uscita di Atene dalla moneta unica sarebbe “l’inizio della fine della zona euro”.
C‘è da aspettarsi che il muro contro muro prosegua anche dopo il vertice di lunedì.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Grecia: i turisti arrivano con maggiore liquidità

Grecia: non si arresta la fuga di capitali dalla banche, timori nelle strade di Atene

Grecia, l'Eurogruppo studia le conseguenze di un possibile default