"Sì ai due stati". Con la Mogherini, Netanyahu dimentica le promesse elettorali

"Sì ai due stati". Con la Mogherini, Netanyahu dimentica le promesse elettorali
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

In difficoltà nei sondaggi in vista del voto di marzo, il premier israeliano aveva detto: "Finché sarò in carica non ci sarà uno stato palestinese"

PUBBLICITÀ

Sì a uno stato palestinese demilitarizzato, accanto allo stato ebraico. Al cospetto di Federica Mogherini, il premier israeliano Benjamin Netanyahu si rimangia le promesse elettorali. Prima del successo alle urne di marzo, e con i sondaggi che lo davano in difficoltà, Netanyahu aveva detto che finché fosse rimasto in carica si sarebbe opposto alla soluzione dei due stati.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Vendetta, geopolitica e ideologia: perché l'Iran ha attaccato Israele

Israele, si riunisce il gabinetto di guerra per decidere la risposta all'attacco iraniano

Cosa sono le difese aeree di Israele? E perché sono così efficaci?