ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Pakistan, 10 condanne all'ergastolo per l'attentato contro Malala

Pakistan, 10 condanne all'ergastolo per l'attentato contro Malala
Dimensioni di testo Aa Aa

Il 9 ottobre 2012, Malala Yousafzai aveva sfiorato la morte, colpita con un proiettile alla testa da un commando di taleban che voleva punirla per il suo attivismo a favore del diritto allo studio.

Dopo due anni e mezzo, un tribunale pakistano ha condannato dieci uomini per il coinvolgimento in quell’attentato. Per ognuno di loro, la pena è di 25 anni di carcere: l’equivalente dell’ergastolo, in base al diritto locale.

Malala, che oggi ha diciassette anni, è diventata un simbolo della lotta contro l’estremismo. Nel 2013, invitata a parlare davanti all’Assemblea generale dell’Onu, aveva commosso la platea affermando che “non c‘è arma più potente di un libro e di una penna”. “Bastano un insegnante, un libro e una penna – aveva detto – per cambiare il mondo”.

Lo scorso ottobre, Malala ha ricevuto il premio Nobel per la pace insieme all’indiano Kailash Satyarthi.