EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Boko Haram: Ciad e Niger frenano i miliziani ma pretendono che la Nigeria faccia la sua parte

Boko Haram: Ciad e Niger frenano i miliziani ma pretendono che la Nigeria faccia la sua parte
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Grazie alla conquista della città nigeriana di Malam Fatori, importante nodo strategico del nord-est del Paese, da tempo presidiata da Boko Haram, si

PUBBLICITÀ

Grazie alla conquista della città nigeriana di Malam Fatori, importante nodo strategico del nord-est del Paese, da tempo presidiata da Boko Haram, si è conclusa la prima fase dell’offensiva della coalizione regionale formata principalmente da Ciad e Niger per contrastare i miliziani jihadisti.
Molto fieri i capi di Stato Maggiore di Niger e Ciad che lamentano però una malagestione da parte della Nigeria dei territori strappati al controllo di Boko Haram, come spiegano entrambi: “C‘è una coordinazione da stabilire con la Nigeria perchè le forze congiunte di Ciad e Niger non hanno intenzione di provvedere alla gestione delle città conquistate. Ora saranno i partner nigeriani, sia militari che civili, a doversi occupare della gestione di queste località”. E il generale Mahamat, a capo delle forze del Ciad, aggiunge: “Le grandi città occupate da Boko Haram sono ora nelle mani delle forze militari di Niger, Nigeria e Ciad. Il raggio di azione di Boko Haram qui è ridotto. Non posso dire che sia nullo, ma ridotto al minimo”.
Dall’inizio dell’offensiva dei due eserciti, sempre in collegamento e collaborazione con quello nigeriano, sono trentasei le località strappate al controllo dei miliziani jihadisti nelle regioni nord-orientali della Nigeria. Ma i fondamentalisti salafiti continuano a mietere vittime: nel pomeriggio di sabato i miliziani hanno assaltato un villaggio nel nord est della Nigeria e decapitato quattro pescatori.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/en_GB/sdk.js#xfbml=1&version=v2.3"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));> Our correspondent Luis Carballo has been living alongside the Chadian military to see first hand what remains of Malam...

Posted by euronews on Tuesday, 7 April 2015

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Boko Haram, il gruppo criminale diventato 'l'internazionale del terrore'

Niger, i Paesi dell'Ecowas pongono gli eserciti in stato d'allerta

Elezioni in Ciad: risultati provvisori indicano Deby Itno vincitore, le denunce delle opposizioni