Russia: Putin, difendiamo i nostri interessi e agli Usa ciò non piace

Russia: Putin, difendiamo i nostri interessi e agli Usa ciò non piace
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Vladimir Putin ha tenuto la sua consueta conferenza stampa annuale. Diversi gli attacchi a Stati Uniti e Occidente. Sulla crisi valutaria il presidente russo ha affermato che durerà al massimo due ann

PUBBLICITÀ

Una Russia isolata, minacciata dall’esterno, difende i propri interessi. E’ quanto emerge dal discorso annuale di Vladimir Putin davanti a un migliaio di giornalisti russi e stranieri.

L’espansione della Nato – ha detto Putin – è un “nuovo muro, virtuale”, tra Russia e Occidente. Agli Stati Uniti non piace la difesa dell’indipendenza e della sovranità russe, secondo il capo del Cremlino. “I nostri partner si credono un impero e ci vogliono vassalli”.

Vladimir Putin: “Siamo noi quelli che spostano truppe verso gli Stati Uniti o verso i confini di altri Stati? Chi muove le basi Nato e le infrastrutture militari nella nostra direzione? Non noi. Qualcuno ci ascolta? Qualcuno sta allacciando qualche sorta di dialogo con noi? Nessuno. Otteniamo sempre la stessa risposta: non vi riguarda, ogni Paese ha il diritto di scegliere il modo in cui garantire la propria sicurezza. Va bene, ma allora in questo caso noi faremo lo stesso”.

Putin ha anche accusato l’Occidente di essere responsabile del lungo stallo in Ucraina, e a proposito della grave crisi valutaria in Russia, ha affermato che al massimo durerà due anni.

All’esterno sono state arrestate una ventina di persone riunitesi per una protesta organizzata sui social media. Il presidente russo gode ancora di un’elevata popolarità, soprattutto dopo l’annessione della Crimea, ma – come sostengono alcuni analisti – la crisi del rublo potrebbe intaccarla presto.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Reazioni in Russia e Ucraina alla conferenza stampa annuale di Putin

Russia, ulteriore stretta sulla comunità Lgbtq+: fuori legge il presunto "movimento internazionale"

In Russia Putin è più popolare che mai