EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Tra Europa e Russia, la Moldova verso alle urne

Tra Europa e Russia, la Moldova verso alle urne
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
PUBBLICITÀ

La Repubblica di Moldova si prepara alle elezioni del 30 novembre in un clima di tensione crescente.

Il paese è diviso a metà tra filoeuropei e filorussi, e a decidere il vincitore potranno essere pochissimi punti percentuali.

Vlad Filat, leader dei liberal-democratici ed ex primo ministro, teme per il suo paese uno scenario di tipo ucraino.

“Posso confermare che nella Repubblica di Moldova ci sono persone che vengono da fuori e che intendono destabilizzare la situazione. Dopo l’apocalittico scenario della Crimea e dopo la sua annessione alla Russia, tutto è possibile”.

Guardano a Mosca invece i socialisti di Igor Dodon, per i quali il futuro della Moldova non si intreccia con la Nato e con l’Unione europea.

“Si possono creare nuovi posti di lavoro aprendosi al mercato russo e entrando nell’Unione doganale. La reintegrazione del paese è poi un ulteriore problema. La soluzione del conflitto per la Transnistria può avvenire solo se la Moldova entra nell’Unione doganale”.

Dalla competizione è stato escluso uno dei partiti filorussi, “Patria”, che avrebbe ricevuto finanziamenti illegali dall’estero. Il suo leader, un uomo d’affari trentaseienne, nottetempo ha lasciato la Moldova per la Russia.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Blinken in Moldova: Usa verso il sì all'Ucraina per attacchi in Russia con armi Nato

Moldova, timori per le influenze della Russia su presidenziali e referendum Ue

Moldova: convocato ambasciatore russo dopo apertura seggi in Transnistria