This content is not available in your region

Nato: "Preoccupati per la crescente militarizazione della Crimea"

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Nato: "Preoccupati per la crescente militarizazione della Crimea"

Il comandante militare della Nato ha espresso la propria preoccupazione per la crescente militarizzazione della Crimea, annessa alla Russia a marzo scorso. L’alto ufficiale statunitense, parlando a Kiev, in Ucraina, ha detto di temere che la penisola possa essere usata come base per una offensiva che punti al controllo della intera regione.

Secondo il generale Breedlove continua a essere significativa la presenza militare a sostegno dei ribelli separatisti.

“Non riscontriamo la presenza di fomazioni da combattimento, ma ci sono truppe che hanno la funzione specifica di dare sostegno, guida e formazione alle forze filorusse dell’Est”.

Breedlove ha poi confermato il sostegno occidentale, della Nato e degli Stati Uniti, all’Ucraina.

“Gli Stati Uniti restano fermamente impegnati nel finanziare, equipaggiare e fornire di esperti consiglieri le forze di sicurezza ucraine, in modo che possano difendersi più efficacemente dagli attacchi che quotidianamente ricevono dalle truppe filorusse dell’Est”.

Truppe che continuerebbero a ricevere a loro volta aiuti. Secondo il portavoce del Consiglio di sicurezza ucraino, una autocolonna con due autoblindo e quaranta camion è entrata dalla Russia nel sud-est dell’Ucraina, sotto il controllo dei ribelli.