Nato: "Preoccupati per la crescente militarizazione della Crimea"

Nato: "Preoccupati per la crescente militarizazione della Crimea"
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
PUBBLICITÀ

Il comandante militare della Nato ha espresso la propria preoccupazione per la crescente militarizzazione della Crimea, annessa alla Russia a marzo scorso. L’alto ufficiale statunitense, parlando a Kiev, in Ucraina, ha detto di temere che la penisola possa essere usata come base per una offensiva che punti al controllo della intera regione.

Secondo il generale Breedlove continua a essere significativa la presenza militare a sostegno dei ribelli separatisti.

“Non riscontriamo la presenza di fomazioni da combattimento, ma ci sono truppe che hanno la funzione specifica di dare sostegno, guida e formazione alle forze filorusse dell’Est”.

Breedlove ha poi confermato il sostegno occidentale, della Nato e degli Stati Uniti, all’Ucraina.

“Gli Stati Uniti restano fermamente impegnati nel finanziare, equipaggiare e fornire di esperti consiglieri le forze di sicurezza ucraine, in modo che possano difendersi più efficacemente dagli attacchi che quotidianamente ricevono dalle truppe filorusse dell’Est”.

Truppe che continuerebbero a ricevere a loro volta aiuti. Secondo il portavoce del Consiglio di sicurezza ucraino, una autocolonna con due autoblindo e quaranta camion è entrata dalla Russia nel sud-est dell’Ucraina, sotto il controllo dei ribelli.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: Zelensky, il 2024 sarà l'anno della svolta

Ucraina: manifestazioni nelle città europee per i due anni dall'inizio della guerra

Ucraina, due anni dall'inizio della guerra: il bilancio del conflitto