Mongolfiere, fiori e danza: i festival turchi da non perdere nel 2024

Mongolfiere che trasportano turisti si alzano in cielo sopra i "camini delle fate" in Cappadocia, nella Turchia centrale.
Mongolfiere che trasportano turisti si alzano in cielo sopra i "camini delle fate" in Cappadocia, nella Turchia centrale. Diritti d'autore Türkiye Tourism Promotion and Development Agency (TGA)
Di euronews
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button

L'eclettica varietà di festival della Turchia offre ai visitatori una preziosa panoramica della colorata storia del Paese.

1 Festival delle mongolfiere in Cappadocia

PUBBLICITÀ

Le aspre valli lunari della Cappadocia sono uno dei panorami più iconici della Turchia, grazie soprattutto alle centinaia di palloni aerostatici multicolori che ogni anno riempiono i cieli della regione. Ogni luglio, la città di Ürgüp ospita il famoso Festival delle Mongolfiere, che vede l'aria riempirsi di oltre 150 palloni aerostatici provenienti da tutto il mondo.

I visitatori possono godersi questo spettacolo unico da terra o prenotare un volo per ammirare i paesaggi mozzafiato della regione da una prospettiva aerea unica, oltre ad assistere alle abilità dei piloti di mongolfiere in una gara di volo adrenalinica. DJ set, concerti di musica, spettacoli di danza, venditori di cibo e altro ancora riempiono la città durante i quattro o cinque giorni del festival, mentre la sera i palloni aerostatici a terra si illuminano in uno spettacolo ipnotico di luce globulare.

2 Festival del Jazz di Istanbul

Non lasciatevi ingannare dal titolo, il Festival del Jazz di Istanbul non si limita al solo jazz ed è oggi uno dei più grandi festival musicali del Paese. Ogni estate, la folla si riunisce per ascoltare blues, country, hip hop e altri generi musicali in vari locali della città.

La line-up è sempre ricca di star e variegata, con apparizioni storiche di Eric Clapton, Jools Holland, Tori Amos e Sting. Il festival di quest'anno si svolge dal 3 al 18 luglio e vede sul palco come headliner il vincitore del Grammy Award Gregory Porter e la star del rock Chris Isaak.

3 Il Kirkpinar, il campionato di wrestling nell’olio

Lottatori si sfidano durante il 661° Kirkpinar, il campionato annuale di lotta nell’olio, a Edirne, nel nord-ovest della Turchia.
Lottatori si sfidano durante il 661° Kirkpinar, il campionato annuale di lotta nell’olio, a Edirne, nel nord-ovest della Turchia.Francisco Seco/Copyright 2022 The AP. All rights reserved

Ci sono pochi modi per conoscere meglio una destinazione che assistere al suo sport nazionale. In Turchia, questo significa guardare i lottatori (o Pehlivan) ricoperti di olio d'oliva e con indosso i kispet, contendersi la supremazia su un ring. Siete curiosi? Anche noi. Il Kirkpina, il campionato di wrestling nell'olio, è un evento estivo che si tiene per più giorni (di solito alla fine di giugno o all'inizio di luglio) nella città di Edirne, nella Turchia occidentale.

È uno degli sport più antichi del Paese (risale al 1346) e storicamente era l’occasione per mettere in mostra gli uomini più forti della nazione, anche se ora è aperto a concorrenti internazionali. Il vincitore riceve la cintura d'oro del Kirkpina, una generosa somma di denaro e, cosa forse ancora più prestigiosa, il titolo di "Başpehlivan" (campione della lotta). Oltre alla lotta, gli spettatori troveranno anche spettacoli di danza, suonatori di tamburi Davul e venditori di cibo locale. 


4 Festival dei tulipani di Istanbul

Parco Emirgan di İstanbul, in Turchia.
Parco Emirgan di İstanbul, in Turchia.Türkiye Tourism Promotion and Development Agency (TGA)

Istanbul è sempre uno spettacolo per gli occhi, ma a fine primavera assume una lucentezza del tutto nuova. Ad aprile, milioni di tulipani fioriscono nei parchi e negli spazi pubblici della città. Si tratta di un'esposizione floreale che lascia senza fiato, il che non dovrebbe sorprendere se si considera che il giglio è originario della Turchia e storicamente era un simbolo di nobiltà nell'Impero Ottomano.

Gli amanti dei fiori saranno felici di scoprire che non sono solo i tulipani a rallegrare i viali della città in vista dell'estate; anche narcisi, giacinti e altre fioriture profumate fanno la loro comparsa. Recatevi al Parco Emirgan per ammirare le esposizioni botaniche più verdeggianti. 


5 Festival della pasta di Mesir

I viaggiatori amanti della gastronomia devono aggiungere la città di Manisa al loro itinerario se si recano in Turchia a marzo. Questa speciale festa di primavera celebra il piatto turco Mesir Macunu. Prodotto con 41 tipi diversi di spezie ed erbe, si ritiene che abbia delle proprietà medicinali. Si pensa che il Mesir abbia guarito la madre di Solimano il Magnifico circa 500 anni fa.

Ai giorni nostri, il 21 marzo, il Festival della pasta di Mesir riunisce migliaia di persone ai piedi della Moschea del Sultano, intente a raccogliere la pasta avvolta nella carta e lanciata dagli imam dai minareti. Si dice che raccoglierne porti alla realizzazione di obiettivi familiari o di carriera. 


6 Festival internazionale dell'opera e del balletto di Aspendos

Teatro romano di Aspendos, uno dei teatri antichi meglio conservati.
Teatro romano di Aspendos, uno dei teatri antichi meglio conservati.Türkiye Tourism Promotion and Development Agency (TGA)

Uno degli eventi culturali più popolari della Turchia è l'annuale Festival Internazionale dell'Opera e del Balletto di Aspendos, che si tiene appena fuori dal centro di Antalya. Si terrà dal 13 al 30 settembre 2024. Oltre agli spettacoli d'opera e di danza di livello mondiale, i partecipanti al festival possono immergersi nell'atmosfera del teatro romano risalente a quasi 2.000 anni fa. Costruita dall'architetto Zenon, l'antica struttura può ospitare fino a 12.000 spettatori e vanta una storia poliedrica: un tempo fu usata come locanda e poi come palazzo per i Selgiuchidi. Oggi, cantanti e ballerini provenienti da tutto il mondo si riuniscono qui per esibirsi tra le sue antiche mura.

Condividi questo articolo