EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Covid, nuova variante Arturo: tutto quello che c'è da sapere

La più recente variante Covid sembra essere più contagiosa delle precedenti ed è "moderatamente" resistente al nostro potere immunitario.
La più recente variante Covid sembra essere più contagiosa delle precedenti ed è "moderatamente" resistente al nostro potere immunitario. Diritti d'autore Euronews/Canva
Diritti d'autore Euronews/Canva
Di Camille Bello
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Tra i sintomi ci sono febbre alta - più alta rispetto alle precedenti varianti - tosse e congiuntivite "pruriginosa"

PUBBLICITÀ

L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) sta monitorando da vicino la nuova sottovariante di Omicron che sta provocando un'ondata di nuovi casi di Covid-19 in India.

XBB.1.16 - nota anche come "Arcturus", il nome della stella più luminosa dell'emisfero celeste settentrionale - è stata rilevata in 21 Paesi a partire dal 27 marzo.

L'Oms l'ha aggiornata allo stato di "variante di interesse" a metà aprile: si ritiene che il numero di paesi ora interessati sia di 34.

**PER APPROFONDIRE: Long-Covid, tassi mortalità più elevati e problemi cardiaci
**

Gli scienziati dell'Università di Tokyo suggeriscono che la nuova variante potrebbe essere da 1,17 a 1,27 volte più contagiosa della Kraken. "Questa variante è da tenere d'occhio", ha affermato la dott.ssa Maria Van Kerkhove, responsabile tecnico presso l'Oms, durante una conferenza stampa il 29 marzo.

Dall'inizio della pandemia di coronavirus, l'organizzazione ha designato tre etichette per valutare il potenziale rischio di nuovi ceppi di Covid-19: "varianti preoccupanti", "varianti di interesse" e "varianti sotto monitoraggio".

Arturo è la variante più pericolosa?

Identificato per la prima volta a gennaio, Arturo non sembra essere più pericoloso di altri precedenti ceppi di Covid-19.

L'Oms reputa "bassa" la "gravità" e le "considerazioni cliniche per la variante".

Tuttavia, ha un'ulteriore mutazione nella proteina spike, che mostra "un'elevata forza di evidenza per un aumento del rischio di trasmissione e una moderata forza di evidenza per la fuga immunitaria", ha affermato l'Organizzazione.

In altre parole, Arturo sembra essere più contagiosa delle varianti precedenti e "moderatamente" resistente al nostro potere immunitario.

A febbraio, l'Oms ha valutato che, in base alle sue caratteristiche genetiche e alle stime del tasso di crescita disponibili, Arturo avrebbe probabilmente aumentato i casi di Covid-19 a livello globale.

L'India è il Paese che sta registrando più casi, il che a sua volta ha portato a un'ondata di infezioni, mettendo in allerta gli ospedali.

LEGGI ANCHE:

Quali sono i sintomi?

Vipin Vashishtha, pediatra ed ex capo del comitato per l'immunizzazione dell'Accademia indiana di pediatria, ha dichiarato all'Hindustan Times che i sintomi includono febbre alta - più alta rispetto alle precedenti varianti - tosse e congiuntivite "pruriginosa", una condizione che provoca infiammazione.

Fino ad ora, quest'ultimo sintomo era stato un evento raro nei pazienti Covid-19 e può causare una certa "confusione" nei paesi dell'emisfero settentrionale in un periodo dell'anno in cui le persone sperimentano comunemente occhi rossi e pruriginosi a causa di allergie primaverili come la febbre da fieno, ha avvertito Vashishtha. Ma una febbre alta è un modo efficace per escludere le allergie stagionali.

Oltre ai sintomi appena segnalati, le infezioni da Arcturus assomigliano ai precedenti ceppi di Covid-19 per tosse, mal di gola e naso che cola. Anche stanchezza, dolori muscolari, mal di testa e congestione sono comuni.

"Ci troviamo in una situazione molto migliore rispetto all'inizio di questa pandemia", ha detto Van Kerkhove, "ma la minaccia non è finita... Dobbiamo rimanere vigili".

A livello globale, tra il 27 febbraio e il 26 marzo sono stati segnalati quasi 3,6 milioni di nuovi casi di Covid-19 e oltre 25mila decessi, una diminuzione rispettivamente del 27 per cento e del 39 per cento rispetto ai 28 giorni precedenti.

PUBBLICITÀ

Dei casi totali, Arturo ha rappresentato il 45,1 per cento dal 6 al 12 marzo, rispetto al 35,6 per cento degli stessi giorni di febbraio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cosa fare se si prende il Covid durante un viaggio in Europa?

Long-Covid: tassi mortalità più elevati e problemi cardiaci

Papa Francesco agli Stati Generali della Natalità: "Necessarie scelte coraggiose"