This content is not available in your region

L'Europa delle stelle al Grand Palais di Parigi

Access to the comments Commenti
Di Paolo Alberto Valenti
La Terra vista dallo spazio
La Terra vista dallo spazio   -   Diritti d'autore  AP Photo/Graphic: Business Wire/Arquivo

Per due giorni la città delle stelle europea ha albergato al Grand Palais di Parigi, in occasione del Consiglio dell'Esa a livello ministeriale. E' di 3 miliardi il contributo dell'Italia all'Agenzia Spaziale Europa (Esa), che si confema così al terzo posto fra i Paesi membri dopo Germania e Francia. La Germania contribuisce con 3,512 miliardi (3,2 nel 2019) pari al 20,8% e il contributo della Francia è di 3,202 miliardi (2,6 nel 2019),pari al 18,9%, Il contributo italiano, di 3,083 miliardi (contro i 2,2 del 2019) equivale al 18,2% del budget totale. L'Agenzia spaziale europea punta al cielo per non rimanere indietro nella corsa allo spazio contro paesi come la Cina o gli Stati Uniti.

La conferenza stampa di chiusura del vertice

Le nuove reclute per lo spazio

L'Esa ha svelato le nuove reclute, astronauti europei che sono stati scelti fra quasi 23.000 candidati, per la prima volta rispettando criteri di parità e sono state incluse anche persone con disabilità. Cinque dei prescelti

 inizieranno una dura preparazione lunga un anno per diventare astronauti e 12 saranno gli astronauti in panchina pronti a fare dei rimpiazzi.

L'Italia sulla Luna

L'Italia ha ottenuto l' "impegno formale" da parte dell'Esa che uno dei due astronauti italiani, ossia Samantha Cristoforetti o Luca Parmitano, parteciperà alla prevista missione a bordo della futura stazione spaziale Lunar Gateway nell'orbita lunare, tra il 2025 e il 2030.

Colloquio Urso e Le Maire

"Abbiamo avuto un lungo, cordiale e nel contempo franco e concreto colloquio con il ministro francese dell'Economia Bruno Le Maire, che proprio sulla base del Trattato del Quirinale si è concluso con la decisione di dare avvio da subito a quei tavoli bilaterali che ci possono consentire di individuarecriticità e opportunità comuni": lo ha detto il ministro italiano per le imprese e il Made in Italy, Adolfo Urso, rispondendo a chi chiedeva come fossero i rapporti con la Francia dopo il caso Ocean Viking a margine della ministeriale dell'Esa.

Le nuove reclute italiane dell' Esa

E' "una fortuna" e "un onore", per gli italiani Anthea Comellini e Andrea Patassa, essere stati selezionati fra i nuovi astronauti dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) e, sebbene siano consapevoli che in quanto riserve, potrebbero affrontare una lunga attesa prima di affrontare una missione, ammettono che il loro sogno è poter volare. Con Comellini e Patassa sono complessivamente quattro gli astronauti italiani nell'Esa, con i veterani Luca Parmitano e Samantha Cristoforetti fra i veterani e le due riserve appena selezionate.

"Provo gratitudine. Le persone che hanno applicato per questa posizione erano 22.000 e molte di queste, pur essendo eccezionali, non sono qui oggi perché non hanno superato la selezione finale. Ci si sente anche fortunati perché essere qui un'occasione unica e un onore. Per il futuro speriamo in un volo", ha detto Anthea Comellini. (ANSA)