La settimana europea su Euronews: Trump crea scompiglio nella Nato, Airbus punta sui tagli

Image
Image Diritti d'autore LM Otero/Copyright 2020 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore LM Otero/Copyright 2020 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Guarda la puntata di questa settimana di "Stato dell'Unione", l'approfondimento di Euronews sui fatti economici e finanziari degli ultimi giorni

PUBBLICITÀ

Le dichiarazioni dell'ex presidente Donald Trump contro gli Stati membri della Nato che non spendono abbastanza per la difesa, lo scorso fine settimana, hanno creato scompiglio in Europa. "Pericoloso", "sconsiderato", "spaventoso" sono state alcune delle reazioni più amichevoli alla minaccia del candidato presidenziale repubblicano di non proteggere gli alleati insolventi

Anche il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, alla riunione dei ministri della Difesa dell'Alleanza di questa settimana, ha condannato duramente le parole del tycoon, accusandolo di minare la sicurezza globale. Stoltenberg ha anche riferito di una spesa militare record dell'Alleanza, nonostante la difficile situazione economica che stanno attraversando alcuni Stati europei. 

Questa settimana il gruppo aerospaziale europeo Airbus ha comunicato i suoi ultimi risultati. I numeri sono contrastanti e le previsioni finanziarie per il 2024 sono caute. In generale, si tratta di un momento critico per l'industria aeronautica, che sta cercando di tagliare i costi ovunque.

Una delle opzioni prese in considerazione è la riduzione del numero di piloti ai comandi di un aereo di linea, che preoccupa i diretti interessati, secondo i quali a essere penalizzata sarebbe la sicurezza. Nella puntata di questa settimana di "Stato dell'Unione" Stefan Grobe ne ha parlato con **Otjan de Bruijn,**presidente della European cockpit association, il sindacato dei piloti europei

Il programma si chiude con una nota più leggera: uno sguardo alle sfilate che in tutta Europa hanno celebrato la fine del Carnevale. Le più grandi, tradizionalmente, si svolgono nella Germania occidentale. Si stima che solo a Colonia siano scese in strada 1,5 milioni di persone

Ma i tedeschi, tra maschere, alcol e caramelle, non dimenticano la politica: a differenza del carnevale di Venezia o di Rio de Janeiro, le parate in Germania sono caratterizzate da carri che affrontano questioni politiche con un sarcasmo pungente. Non manca nessuno degli attori protagonisti del momento, da Vladimir Putin a Volodymyr Zelensky, fino a Xi Jinping.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Nato, 18 Stati membri spenderanno per la difesa il 2% del Pil nel 2024

Nato: la minaccia di Trump agli alleati scatena le reazioni dei leader europei

Donald Trump "incoraggia" la Russia ad attaccare i Paesi della Nato che non pagano la loro parte