This content is not available in your region

Dopo vent'anni, diventano 20 i Paesi che adottano l'euro: dal 1° gennaio 2023, arriva la Croazia

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews Web
euronews_icons_loading
La "scultura" dell'euro nella notte di Francoforte, sede della Banca Centrale europea. (11.3.2021)
La "scultura" dell'euro nella notte di Francoforte, sede della Banca Centrale europea. (11.3.2021)   -   Diritti d'autore  AP Photo/Michael Probst

Quali Paesi utilizzano l'euro come valuta?

Introdotto per la prima volta nel 1999 come "moneta scritturale", l'euro è diventato una delle valute più importanti del mondo.

Le monete e le banconote sono state introdotte ufficialmente dal 1° gennaio 2002 in 12 Paesi dell'Unione europea: Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo e Spagna.

"Le monete e le banconote che abbiamo in tasca valgono molto di più dei numeri scritti sopra.
Sono il simbolo tangibile di un'Europa unita che promette pace, protezione e prosperità".
Jean-Claude Juncker
Ex Presidente Commissione europea

Oggi l'area dell'euro comprende 19 Stati membri dell'Unione europea.

La Croazia entrerà presto - dal 1° gennaio 2023 - a far parte dell'Eurozona, come 20° membro.
I ministri delle Finanze europei hanno approvato ufficialmente l'ingresso della Croazia proprio il mese scorso.

Ma questi non sono gli unici Stati che utilizzano l'euro.

La moneta è utilizzata anche da alcuni Stati che non fanno parte dell'area dell'euro.
Si tratta di quattro microstati europei: Andorra, Monaco, San Marino e Città del Vaticano.

Anche il Montenegro e il Kosovo utilizzano l'euro come valuta "de-facto", anche se non hanno accordi con l'Ue.

Guardate il nostro video-reportage per scoprire quali sono i Paesi che utilizzano l'euro (e che in modo lo usano).

⏩ Tutte le storie di "My Europe"