La Nato ha ancora un senso o è un doppione di altre organizzazioni?

Images
Images Diritti d'autore AFP
Di Alberto De Filippis
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Intervista con Roberto Nordio, rappresentante Militare italiano presso i Comitati militari della NATO e dell'UE, sull'utilità della Nato e sulla fine delle operazioni in Afghanistan

PUBBLICITÀ

La NATO è a un punto di svolta e ha bisogno di trovare una nuova ragion d'essere. Questo è il motivo per cui i capi di stato e di governo dell'alleanza atalantica si incontreranno a Bruxelles il 14 giugno. Il comitato militare della NATO ha lavorato per preparare questo vertice cruciale che dovrebbe evitare la sua "morte cerebrale". i responsabili politici dovranno decidere se vale la pena spendere ulteriori risorse.

Cosi' Roberto Nordio, Rappresentante Militare italiano presso i Comitati militari della NATO e dell'UE: "A fianco alle minacce tradizionali e al terrorismo perdurante, si stanno realizzando, concrettizzando, comportamenti assertivi da parte di attori regionali quali la Russia, ma anche minacce ibride, minacce cibernetiche: Stiamo vivendo un momento di pandemia dove anche lo strumento militare sia NATO che nazionale supporta la societa per risolvere la pandemia, per affrontarla. Abbiamo l'ímpatto climatico che ancora deve esser valutato agli effetti della sicurezza. Lo strumento militare da solo non puo'´risolvere questo probelam cé bisogno di affiancare ancge altri strumenti ricercando delle collaborazioni con altre oraginizzazioni internazionali quale l´'UE che ha degli strumenti complementari".

L'UE cerca la propria autonomia strategica. 22 dei suoi 27 membri sono anche membri della NATO. Il rischio è che una delle due organizzazioni possa essere di troppo.

Continua Nordio: "La cooperazione tra NATO e UE non è ´semplice ma è ´gia'´ concreta ed è ´destinata, secondo me inevitabilmente, ad aumentare attraverso un impegno, un percorso, non facile, ma quasi obbligato. Noi europei non siamo in grado di sostenere due volte le spese una volta per l'UE e un'altra per la NATO".

Nato in Afghanistan

La NATO sta finalizzando la sua missione di 20 anni in Afghanistan. L'Alleanza lascia un Paese ancora lontano dall'essere pacificato e che potrebbe tornare ad essere un santuario del terrore globale.

L'impegno della nato e dei nostri paesi continuera anceh dopo il rientro delle nostre forze con una prospettiva di partnership rafforzata che ancora si sta definendo nel rispetto della sovranita del paese afghano.

"L'impegno della NATO continuerà anche dopo il ritiro completo delle sue forze militari nella prospettiva di un partenariato rafforzato che è ancora in fase di definizione nel pieno rispetto della sovranità afghana.

L'UE potrebbe essere chiamata a diventare un polmone finanziario unito e ad aumentare gli investimenti economici militari per un'efficienza finanziaria comune.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Agricoltori: tensione a Parigi, Macron costretto a un incontro con pochi manifestanti

Polonia, la Commissione vuole sbloccare 137 miliardi di euro per i progressi sullo Stato di diritto

A Francoforte la sede dell'autorità antiriciclaggio, sconfitte Roma e Parigi