EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

I costi dello spreco alimentare

In collaborazione con The European Commission
I costi dello spreco alimentare
Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di Selene Verri
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Gli esperti del progetto Terafood ci dicono che impatto avrebbe sull'ambiente e sull'economia una riduzione degli sprechi alimentari

**Riuscire a ridurre gli sprechi alimentari che impatto avrebbe sull'ambiente e sull'economia? L'abbiamo chiesto agli esperti del progetto Terafood. **

"Per la produzione di cibo - pesce carne e quant'altro - consumiamo molta energia, molta acqua, terreno, carburante eccetera - spiega il professor Frank Devlieghere dell'università di Ghent. - Quindi, quando una parte di questo cibo non viene consumata, significa che tutte queste risorse sono state usate per niente. Se riuscissimo a evitarlo, questo avrebbe un enorme impatto ambientale. Circa il 25-30 per cento del cibo viene buttato in Europa. Allora se si riuscisse a buttarne magari il 10-20 per cento in meno, sarebbe già un buon risultato".

europarl.europa.eu

Per il coordinatore del progetto, Mathias Vanwolleghem, si tratterebbe anche di una vittoria personale: "Lo spreco alimentare - riassume - rappresenta circa il 30 per cento dell'utilizzo dell'acqua sulla terra, nell'ambito della produzione rappresenta quasi 600 miliardi di euro di fatturato nel mondo ogni anno, e per me, in quanto scienziato e appassionato di scienza, avere la possibilità di utilizzare soluzioni scientifiche per affrontare un problema della vita di tutti i giorni, è qualcosa che scalda il cuore".

Journalist • Selene Verri

Video editor • Julien Bonetti

Condividi questo articolo

Notizie correlate

Riciclare di più per una plastica amica dell'ambiente

"L'insalata? Meglio con i fiori, aiuta a mantenersi giovani"