Colombia sospende il dialogo con l'esercito di liberazione nazionale

Colombia sospende il dialogo con l'esercito di liberazione nazionale
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

A Bruxelles per chiedere aiuto all'UE, il ministro degli esteri colombiano ha rilasciato un'intervista esclusiva a euronews. Oltre ai problemi interni, il paese deve affrontare una crisi umanitaria ingestibile a causa dell'affluenza di rifugiati provenienti dal Venezuela.

PUBBLICITÀ

I negoziati tra il governo colombiano e l'Esercito di liberazione nazionale (ELN) sono stati sospesi. E' stato confermato dal ministro degli Esteri colombiano, Carlos Holmes Trujillo, alle telecamere di Euronews.

Bogotá non tornerà a dialogare finché la guerriglia non rispetterà certe condizioni.

"Hanno rilasciato, alcune delle persone sequestrate ma devono liberare tutti. Inoltre chiediamo: che cessino unilateralmente le azioni criminali.

Euronews: "E fino ad allora, fino a quando ciò non accadrà, le trattative sono sospese?

"Si - ha dichiarato- e questo è esattamente quello che sta accadendo in questo momento".

Un altro problema che la Colombia attualmente affronta sono i rifugiati del Venezuela. Si stima che ce ne siano più di un milione. Una crisi umanitaria senza precedenti.

"Manca il denaro, non abbiamo le risorse. E il problema cresce ogni giorno. Sono un milione di persone, forse di più, ad essere entrate nel territorio. Ci sono continue richieste che gravano sul servizio sanitario, su quello educativo, sulle vaccinazioni, le questioni di sicurezza. La situazione è ingestibile e la Colombia da sola non ha i mezzi per sostenerla.

Il ministro ha fatto queste dichiarazioni nel contesto della sua visita a Bruxelles, dove ha incontrato, tra gli altri, l'alta rappresentante Federica Mogherini. L' obiettivo è ottenere aiuto ad affrontare la crisi umanitaria e aumentare la pressione sul regime di Maduro, in Venezuela.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La Colombia vicina alla cattura di El Guacho, leader dissidente delle Farc

La Colombia esce da Unasur

Elezioni europee: il Pse candida Schmit alla presidenza della Commissione