EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Bruxelles dice no alla sospensione dei negoziati sull'adesione della Turchia

Bruxelles dice no alla sospensione dei negoziati sull'adesione della Turchia
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

No alla sospensione dei negoziati per l’adesione della Turchia nell’Unione europea.

PUBBLICITÀ

No alla sospensione dei negoziati per l’adesione della Turchia nell’Unione europea. È la posizione espressa dalla Commissione nella riunione informale dei ministri degli esteri che si è tenuta a Malta. Il commissario all’allargamento Johannes Hahn ha spiegato: “La situazione attuale è decisamente non sostenibile ed è in un certo senso frustrante per entrambe le parti, ma ci sono molte aree in cui abbiamo bisogno di una corretta cooperazione, amichevole e produttiva. Dobbiamo capire insieme ai nostri colleghi turchi come possiamo migliorare la situazione”.

Alcuni eurodeputati chiedono la linea dura per la Turchia, che secondo loro non rispetta più gli standard democratici. Come la socialdemocratica Kati Piri: “Ci sono milioni di turchi, l’abbiamo visto la settimana scorsa con il referendum, che credono nei valori europei, che vogliono l’Unione europea come un’ancora per le loro riforme, quindi l’Unione europea deve essere chiara: questi segnali al governo sono inaccettabili, dobbiamo sospendere i negoziati di adesione, parlare di integrazione non è credibile. E dobbiamo dire chiaramente alla popolazione turca che appoggiamo coloro che vogliono riforme democratiche”.

L’incontro informale di Malta è stata la prima occasione per gli Stati membri di discutere della questione con la controparte turca dopo il referendum del 16 aprile, in cui il presidente Erdogan è riuscito a imporre la riforma costituzionale che ne rafforza i poteri.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Proteste Nuova Caledonia: atteso Emmanuel Macron per calmare la situazione nell'arcipelago

Guerra in Ucraina: le conseguenze degli attacchi russi alle infrastrutture energetiche del Paese

Afd: Maximilian Krah si è dimette. Salvini e Le Pen rompono col partito tedesco