Gli eurodeputati prongono il congelamento dei negoziati con la Turchia

Gli eurodeputati prongono il congelamento dei negoziati con la Turchia
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Dopo la crisi diplomatica fra Ankara e l'Aja, per il capogruppo del Ppe Weber bisogna dire: "Adesso basta"

PUBBLICITÀ

Congelare il processo di adesione della Turchia all’Unione europea. È una delle opzioni proposte dagli eurodeputati riuniti in seduta plenaria a Strasburgo, dove è approdata la crisi diplomatica che oppone Ankara ai Paesi Bassi e ad altri paesi europei. Il capogruppo dei popolari Manfred Weber non ha dubbi: “La piena adesione della Turchia all’Unione europea è impensabile, è praticamente non gestibile. La Turchia ha continuato a distanziarsi sempre più dai valori europei nelle ultime settimane e negli ultimi mesi: è per questo che abbiamo bisogno di un riavvio. Come minimo dobbiamo congelare il processo di negoziazione in corso per un po’, e dovremmo davvero parlare delle nostre relazioni fondamentali”.

Più morbida invece la posizione della Commissione, che pensa agli effetti economici che una decisione di questo tipo potrebbe avere sull’Europa, e naturalmente all’accordo sui migranti. Il commissario all’allargamento Johannes Hahn commenta: “Non cambia il fatto che dobbiamo restare comunque in contatto con un vicino di casa che rappresenta ottantacinque milioni di persone, è nel nostro interesse. Ma dobbiamo anche dire a questo vicino, con maniere da buoni vicini: basta così”

Il via libera ai negoziati fu dato dall’Europa nel dicembre 2004. Epoca in cui la presidenza di turno dell’Unione era detenuta proprio dai Paesi Bassi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

State of the Union: Decisioni su clima, trasparenza e migrazione

Indagini in Belgio sulla rete di influenza russa sospettata di aver pagato gli eurodeputati

Persi 33 milioni di euro all'ora, le ong: "Fate pagare più tasse agli ultra ricchi"