EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Cameron a Bruxelles: "progressi nelle trattative con l'UE ma non è abbastanza"

Cameron a Bruxelles: "progressi nelle trattative con l'UE ma non è abbastanza"
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

David Cameron tenta il tutto per tutto a Bruxelles. A tre settimane dal vertice europeo, decisivo per l’avvenire della Gran Bretagna in Europa, il

PUBBLICITÀ

David Cameron tenta il tutto per tutto a Bruxelles. A tre settimane dal vertice europeo, decisivo per l’avvenire della Gran Bretagna in Europa, il premier britannico è giunto nella capitale belga per incontrare le autorità europee. Cameron vuole negoziare riforme che hanno conseguenze dirette sulla libera circolazione dei lavoratori. Vuole condizioni piu’ dure per i sussidi sociali per i cittadini europei che cercano lavoro in Gran Bretagna.

“I britannici ed io vogliamo un sistema a cui bisogna contribuire prima di poter ottenere qualcosa in cambio. Non vogliamo una società che offre, in cambio di nulla. Siamo determinati. Abbiamo fatto dei progressi oggi, ma non abbastanza. Sarà duro. Non sono sicuro che ce la faremo, ma faro’ il massimo per ottenere un buon accordo per la Gran Bretagna” – ha dichiarato il primo ministro.

Un accordo che dovrà convincere i piu’ euroscettici. Secondo gli ultimi sondaggi, oltre la metà dei britannici vuole lasciare l’Unione europea. Il premier britannico Cameron ha promesso di organizzare un referendum sull’adesione all’Unione europea entro il 2017, un referendum che potrebbe essere organizzato già a giugno se Cameron otterà alcune riforme dagli altri leader europei a febbraio.

Sandor Sziros, euronews:
“Cameron continuerà il suo show diplomatico domenica a Londra, dove incontrerà il presidente del Consiglio europeo. In seguito Donald Tusk informerà i leader degli altri paesi europei sull’esito delle trattative”

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Polonia, il Parlamento dice no alla depenalizzazione dell'aborto

Finlandia, sì del Parlamento alla legge che permette di respinge i migranti al confine con la Russia

In calo per la prima volta in 45 anni la percentuale di donne al Parlamento europeo