EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Perché le inondazioni seguono la siccità? Per gli scienziati, il clima sofferente sta alimentando un numero maggiore di "cambi scena"

Un uomo cammina in una strada allagata nel paese di Castel Bolognese, Italia, mercoledì 17 maggio 2023\.
Un uomo cammina in una strada allagata nel paese di Castel Bolognese, Italia, mercoledì 17 maggio 2023\. Diritti d'autore AP Photo/Luca Bruno
Diritti d'autore AP Photo/Luca Bruno
Di Rosie Frost
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Secondo i ricercatori, la società odierna ha già difficoltà a rispondere a un tipo di disastro naturale come la siccità, ora ci mancavano le alluvioni...

PUBBLICITÀ

Secondo una nuova ricerca, i cambiamenti climatici rendono sempre più frequenti le bizzarrie meteorologiche, dalla grave siccità alle forti piogge.

Un team di scienziati ha esaminato i dati dal 1980 al 2020 per analizzare questa tendenza: a seconda della località, la probabilità di un passaggio improvviso dalla siccità a pericolosi acquazzoni è aumentata dallo 0,25% all'1% durante questo periodo di tempo.

L'Europa è uno dei sette punti caldi del mondo in cui questa tendenza sta peggiorando.

"Siamo particolarmente preoccupati per l'improvviso passaggio dalla siccità alle inondazioni - afferma il coautore dello studio, Zong-Liang Yang, professore dell'Università del Texas - la società di solito ha difficoltà a rispondere a un tipo di disastro naturale come la siccità, ma ora improvvisamente ci sono anche le inondazioni, e questo sta accadendo in molti luoghi".

Negli ultimi anni, ci sono stati alcuni esempi notevoli di questa tendenza: la California, ad esempio, nel 2022 stava affrontando la peggiore siccità del millennio, ma nei primi tre mesi di quest'anno forti piogge hanno causato inondazioni record.

Quali sono le cause di questi rapidi cambi scena?

Molti fattori diversi possono contribuire a cambiamenti improvvisi del tempo, tra cui El Niño, La Niña e i cambiamenti climatici. 

Ma i ricercatori hanno scoperto che anche la Terra stessa può avere un impatto: gli "anelli di retroazione terrestri", infatti, aumentano la possibilità di acquazzoni dopo la siccità.

AP Photo/Nic Coury
A man wades through a flooded street in the Rio Del Mar neighborhood of Aptos, California, US.AP Photo/Nic Coury

Nelle regioni umide, la siccità fa aumentare l'evaporazione dell'acqua dal suolo e dalle piante, fornendo una fonte di umidità per lo sviluppo di forti piogge.

Nelle regioni secche, il clima caldo e la bassa pressione attirano l'umidità da altre aree, come l'oceano, aumentando la possibilità di pericolose precipitazioni .

I cambiamenti climatici rendono più comuni le oscillazioni

Secondo i ricercatori, i cambiamenti climatici renderanno più comuni queste repentine oscillazioni.

"Il cambiamento climatico sta alimentando siccità e inondazioni che hanno causato devastazioni diffuse, con perdite di vite umane e danni alle proprietà, alle infrastrutture e all'ambiente", afferma un altro dei coautori dello studio, Shuo Wang, professore dell'Università Politecnica di Hong Kong.

La scoperta dei cicli di retroazione terrestri può essere utilizzata per aumentare l'accuratezza dei modelli climatici predittivi, aggiunge Wang. Potrebbe anche aiutare le comunità a prepararsi meglio alle oscillazioni tra siccità e inondazioni.

"I nostri risultati forniscono spunti per lo sviluppo di sistemi di allerta precoce per mitigare gli impatti delle rapide transizioni secco-umido".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Siccità, non piove e gli invasi sono ai minimi: in Italia è emergenza idrica

Dallo scarico al boccale: a San Francisco la birra prodotta con acque reflue contro la siccità

L'estate più calda di sempre? Cosa potrebbe arrivare in Europa nei prossimi mesi secondo gli esperti