Grammy: Billie Eilish a mani basse

Grammy: Billie Eilish a mani basse
Diritti d'autore APMatt Sayles
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Alla cerimonia per la 62. edizione ricordato anche Kobe Bryant

Anche la cerimonia per la 62. edizione dei Grammy Awards ha ricordato con commozione il campione del basket Kobe Bryant, scomparso nell'incidente del suo elicottero.

PUBBLICITÀ

La manifestazione si svolge nello stesso centro dove il cestista si allenava e giocava coi Los Angeles Lakers, e dove ora è esposta una gigantografia diventata in poco tempo meta del pellegrinaggio di tifosi e compagni di squadra.

Seppur in un clima segnato dalla tragedia, a ricevere il riconoscimento di DIsco dell'anno è stata una giovane artista, Billie Eilish, autrice di Bad Guy, un album autoprodotto insieme al fratello e dedicato a esplorare il disagio della depressione tra i ragazzi.

Coi suoi 18 anni, Billie Eilish entra di diritto nella storia del premio, avendo ricevuto anche le targhe come migliore nuova artista, migliore missaggio e migliore canzone. Prima di lei solo Christopher Cross nel 1981 aveva vinto tanto.

Bad Guy è un successo su internet, dove ha accumulato oltre 700 milioni di visualizzazioni.

Sull'onda del successo la cantante è stata scelta per interpretare il tema principale della colonna sonora del prossimo film della saga di James Bond, No Time To Die, in uscita ad aprile.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Super Beyoncé mette un'ipoteca sui Grammy incassando 9 nomination

Cartoon forum, il meglio dell'animazione europea a Tolosa

Biennale di danza di Lione: un'edizione all'insegna dell'inclusività