EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Poca stoffa, tante allusioni: a Londra la moda è minimal

Poca stoffa, tante allusioni: a Londra la moda è minimal
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In passerella vedo e non vedo di Julien MacDonald: collezione sensuale e aggressiva, cucita addosso alle donne da copertina

Tante gambe, pochi tessuti: una primavera-estate per poche elette

PUBBLICITÀ

Aggressivi, minimal, sensuali. Sono cuciti addosso alle chilometriche gambe delle sue filiformi modelle, e non certo per la donna della porta accanto, gli abiti che Julien MacDonald ha portato in passerella alla Settimana della moda di Londra. Trasparenze e allusioni a un vedo e non vedo declinate anche in toni più accesi – e scollature da capogiro -, le proposte dello stilista scozzese per la primavera-estate 2018. > [Une publication partagée par Julien Macdonald (@julienmacdonald) le 27 Août 2017 à 11h03 PDT](<https://www.instagram.com/p/BYTn2zXjyf/” style=” color:#000; font-family:Arial,sans-serif; font-size:14px; font-style:normal; font-weight:normal; line-height:17px; text-decoration:none; word-wrap:break-word;” target=”_blank”>The gorgeous jacmonika cuts a striking figure in beautifully contrasting AW17 #JulienMacdonald creations. Photographed by the wonderful paulempson and styled by the fabulous karlplewka for black_mag. #blackmagazine #sportsLuxe

<p style=>)

Paperona delle passerelle, cinque anni fa sesta nella classifica di Forbes delle modelle più pagate al mondo, la brasiliana Alessandra Ambrosio parla degli abiti di MacDonald come di confezioni uniche e vere opere d’arte.

Anya Hindmarch: geometrie suburdane dal Regno Unito degli anni ’70

Moments backstage | Watch the Spring Summer 2018 show and see every look at anyahindmarch.com #AnyaHindmarch #AnyaSS18 #LFW

Une publication partagée par Anya Hindmarch (@anyahindmarch) le 18 Sept. 2017 à 9h50 PDT

Decisamente più compassata, a confronto, la collezione presentata da Anya Hindmarch. Ampio spazio a vistosi accessori, la stilista britannica punta su una linea dalle marcate geometrie, che recupera le suggestioni della moda suburbana degli anni ’70.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il distretto culturale che trasforma lo spazio artistico di Abu Dhabi

Il Gamesummit 2024 prevede emozionanti gare e spettacoli e interessanti dibattiti sui videogiochi

"Tutto del Classic Violin Olympus è unico!": l’intervista a Pavel Vernikov