Edilizia a impatto zero: quali sono le sfide per i produttori di macchinari non inquinanti?

In collaborazione con The European Commission
Edilizia a impatto zero: quali sono le sfide per i produttori di macchinari non inquinanti?
Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di Andrea Bolitho
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La spinta verso cantieri a emissioni zero ha costretto i fornitori di attrezzature a innovare quasi in tempo reale per tenere il passo con la richiesta di macchine non inquinanti

La spinta verso cantieri a emissioni zero ha costretto i fornitori di attrezzature a innovare quasi in tempo reale per tenere il passo con la richiesta di macchine non inquinanti.

"All'inizio la sfida è stata quella di immettere sul mercato i macchinari e i mezzi di trasporto, perché quando nel 2019 abbiamo iniziato ad acquistare macchine a zero emissioni, in pratica non esistevano, non c'erano macchine elettriche - dice Marit Hepsø, specialista di costruzioni sostenibili per il Comune di Oslo -. Quindi bisognava lavorare su macchine diesel per trasformarle in macchine elettriche. Ora però iniziano anche a essere prodotte in serie".

"In secondo luogo, la fornitura di energia elettrica è stata una grande sfida per noi, perché in alcuni luoghi di Oslo, e probabilmente anche altrove, la rete non è abbastanza potente, non è in grado di fornire energia sufficiente per le macchine - continua Hepsø -. Dobbiamo pensare in modo diverso, forse anche iniziare a utilizzare container di batterie per trovare soluzioni temporanee. Quindi questa è una sfida enorme. Anche altre città, come Barcellona, stanno affrontando lo stesso problema. Ci sono molte barriere, ma anche molte opportunità, come la riduzione dell'inquinamento atmosferico e del rumore, e anche enormi vantaggi nell'utilizzo dell'elettricità".

Condividi questo articolo