EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Cos'è il WTO: l'Organizzazione mondiale del Commercio

Cos'è il WTO: l'Organizzazione mondiale del Commercio
Diritti d'autore 
Di Simona Zecchi
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'Organizzazione mondiale del Commercio o WTO è nata nel 1995 a conclusione dei negoziati dell'Uruguay Round durati dal 1986 al 1994.

PUBBLICITÀ

L'Organizzazione mondiale del Commercio o WTO è nata nel 1995 a conclusione dei negoziati dell'Uruguay Round, durati dal 1986 al 1994. di fatto l'organizzazione è l'erede di un precedente patto tra gli Stati nato nel 1948 detto Gatt  (General Agreement on Tariffs and Trade, cioè Accordo Generale sulle Tariffe e il Commercio ndr.)

Sede del Wto è il Centre William Rappard in rue de Lausanne 154 a Ginevra. Preposto al controllo delle regole del commercio mondiale, il Wto è un'organizzazione inter-governativa Il cui organo decisionale è la Conferenza ministeriale che si riunisce mediamente ogni due anni. A oggi ne fanno parte 164 Paesi membri (l’ultimo ingresso è quello dell’Afghanistan, entrato nel lugio del 2016). L’Italia ne fa parte fin dalla fondazione nel 1995.

Il WTO è soprattutto un forum nel quale avvengono diverse negoziazioni commerciali: controlli sulle leggi, accordi che eliminino i dazi, risoluzione delle controversie internazionali e creazione di un sistema commerciale mondiale che dia beneficio a tutti i partecipanti.

Tra le maggiori critiche che arrivano al WTO, quella di agire nei soli interessi del profitto minando la sovranità dei suoi stati membri

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'UE propone modifiche per riformare l'organizzazione mondiale del commercio

La Cina ricorre al Wto contro gli Stati Uniti

Auto elettriche, litio inquinante e costoso: dal manganese allo zinco, ecco le alternative