EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Regno Unito: bevande zuccherate nel mirino, tassa entro due anni

Regno Unito: bevande zuccherate nel mirino, tassa entro due anni
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Anche il Regno Unito tassa le bevande zuccherate, con l’obiettivo di ridurre obesità e diabete. Il governo introdurrà la misura nel 2018 dando tempo

PUBBLICITÀ

Anche il Regno Unito tassa le bevande zuccherate, con l’obiettivo di ridurre obesità e diabete. Il governo introdurrà la misura nel 2018 dando tempo ai produttori di modificare gli ingredienti.

Francia, Belgio, Ungheria e Messico hanno già introdotto simili tasse.

Il governo spera di ricavarne oltre 700 milioni di euro, da investire nello sport a scuola. Il ministro delle Finanze l’ha definita “una delle più grandi decisioni per la salute dell’attuale generazione”.

“La tassa sarà imposta alle imprese in base al volume di bibite zuccherate che producono o importano”, ha spiegato Osborne. “Ci saranno due fasce, una per il contenuto di zucchero totale superiore ai cinque grammi per 100 millilitri, un’altra più elevata per le bevande più zuccherate con oltre 8 grammi per 100 millilitri”.

Using money raised from soft drinks industry levy to double cash for sport + fund more breakfast clubs like this pic.twitter.com/YwGgDeYZAm

— George Osborne (@George_Osborne) 17 March 2016

La tassa non si applica a succhi di frutta e bibite a base di latte e avrà invece un impatto rilevante su Coca Cola o Pepsi che contengono oltre 10 grammi di zucchero per 100 millilitri.

L’associazione bibite analcoliche britannica denuncia una discriminazione: “È davvero ingiusto essere puniti in questo modo e vedere i consumatori puniti in una sola categoria -afferma il direttore generale Gavin Partington – mentre invece le calorie e lo zucchero assorbiti da torte, biscotti e prodotti dolciari aumentano”.

Questo per alcuni esperti di nutrizione è un limite alla misura: non aver incluso anche caramelle, biscotti, torte, di cui i britannici sono grandi appassionati.

Un consumo eccessivo causa obesità e diabete. Si stima che un bambino britannico di cinque anni consumi in un anno una quantità di zucchero equivalente al proprio peso. Il 28% dei bambini fra i 2 e i 15 anni è in sovrappeso o obeso.

We did it guys !!we did it !!! A sugar levy on sugary sweetened drinks …… A profound move… https://t.co/0XkydLzLCo

— Jamie Oliver (@jamieoliver) 16 mars 2016

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ue: Gentiloni al Brussels Economic Forum, non possiamo fare marcia indietro sulla transizione green

Economia: per la Commissione europea l'inflazione Ue in calo al 2,7 per cento nel 2024

Germania, il lavoro part-time sta davvero creando problemi economici?