EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Gaza, nessun accordo per un cessate il fuoco, commissione Onu: compiuto sterminio

Il segretario di Stato Usa Antony Blinken
Il segretario di Stato Usa Antony Blinken Diritti d'autore Jacquelyn Martin/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Jacquelyn Martin/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Gli esperti della Commissione d'inchiesta creata dal Consiglio Onu Diritti Umani ritengono che nel quadro dell'offensiva israeliana a Gaza sono stati commessi crimini contro l'umanità. Continua il viaggio diplomatico nell'area del segretario di Stato Usa Antony Blinken, oggi in Qatar

PUBBLICITÀ

Nessun passo in avanti per un cessate il fuoco nella Striscia di Gaza dopo la risoluzione votata lunedì dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Secondo i mediatori di Qatar ed Egitto Hamas ha risposto alla proposta sostenuta dagli Stati Uniti per un cessate il fuoco e uno scambio di prigionieri con alcune “osservazioni” sul piano. Senza però nulla di fatto.

Almeno dieci persone sono morte e diverse altre sono rimaste ferite in due attacchi israeliani che questa mattina hanno colpito abitazioni nel quartiere di Shujaiya, nell'est della città di Gaza, e in quello di Zeitoun. Il bilancio delle vittime nell'enclave palestinese dal 7 ottobre è di almeno 37.164 morti e 84.832 feriti. Ucciso nella notte tra martedì e mercoledì un alto comandante di Hezbollah nel sud del Libano.

Commissione Onu: Israele a Gaza ha compiuto uno sterminio

Gli esperti della Commissione d'inchiesta creata dal Consiglio Onu Diritti Umani ritengono che nel quadro dell'offensiva israeliana a Gaza sono stati commessi crimini contro l'umanità, in particolare "di sterminio, persecuzione di genere contro uomini e ragazzi palestinesi, omicidio, trasferimento forzato, tortura e trattamenti inumani e crudeli".

La risposta di Israele non si è fatta attendere parlando di "discriminazione sistematica anti-israeliana": la Commissione "ha dimostrato ancora una volta che le sue azioni sono tutte al servizio di un programma politico ristretto contro Israele", ha affermato Meirav Eilon Shahar, Ambasciatore di Israele presso le Nazioni Unite a Ginevra.

Conferenza internazionale di emergenza sulla risposta umanitaria per Gaza

Mentre continua il viaggio diplomatico di Blinken nell'area, si è conclusa la conferenza internazionale di emergenza sulla risposta umanitaria per Gaza organizzata su iniziativa del Re di Giordania Abdullah II, del Segretario delle Nazioni Unite Guterres e del Presidente egiziano Al Sisi. Tra i partecipanti, fra gli altri, il Presidente del Consiglio Europeo Charles Michel, il Segretario di Stato degli Stati Uniti Antony Blinken e l’Emiro del Qatar Tamim Bin Hamad Al Thani. La conferenza è stata occasione per un confronto sulle azioni da adottare per assicurare le risposte alla crisi umanitaria in atto nella Striscia di Gaza.

A Gaza è l'Unicef a lanciare uno degli ultimi allarmi: secondo l'agenzia Onu nella Striscia quasi 3mila bambini sono stati esclusi dalle cure per la malnutrizione acuta moderata e grave nel sud della Striscia, mettendoli a rischio di morte.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra Israele-Hamas, il premier spagnolo Sánchez annuncia aiuti da 16 milioni di euro per Gaza

Gaza, Hamas e Jihad islamica disponibili ad un accordo. Accettano risoluzione Onu

Gaza, Consiglio di sicurezza Onu approva piano Usa per tregua tra Hamas e Israele