EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Ungheria: migliaia in piazza contro Viktor Orbán

Péter Magyar
Péter Magyar Diritti d'autore Fotó: screenshot
Diritti d'autore Fotó: screenshot
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Migliaia sono scesi in piazza sabato per protestare contro l'élite politica ungherese guidata da Viktor Orbán. Péter Magyar è il nuovo volto dell'opposizione al potere del premier ungherese

PUBBLICITÀ

Decine di migliaia di ungheresi hanno manifestato sabato contro il governo di Viktor Orbán su invito del nuovo sfidante del primo ministro, Péter Magyar. La folla ha gremito la piazza principale di Budapest. Alcuni media hanno stimato il numero di partecipanti in circa centomila, rendendola una delle due più grandi manifestazioni politiche dell'opposizione degli ultimi anni.

Péter Magyar, 43 anni, apparteneva alla cerchia dell'élite del partito al potere, era il marito dell'ex ministro della Giustizia, Judit Varga. Ma due mesi fa ha disertato e da allora ha scosso il panorama politico ungherese.

Magyar vuole rovesciare il sistema di Orbán

Il suo obiettivo è ora quello di rovesciare il sistema di Viktor Orbán, al potere dal 2010. Rivolgendosi ai manifestanti, Péter Magyar ha accusato i media e la procura del Paese di non avere una vera indipendenza, ha lanciato accuse di corruzione del governo e ha detto che lancerà un partito per partecipare alle elezioni europee del prossimo giugno.

"Noi ungheresi ci uniamo", ha cantato alla folla, invitando gli ungheresi di destra, sinistra e liberali a rispettarsi a vicenda e a lavorare insieme per sostituire l'attuale élite politica. Péter Magyars ha anche criticato duramente i partiti tradizionali di opposizione per non essere riusciti a condurre una feroce battaglia contro il partito al potere negli ultimi 14 anni.

Migliaia accorsi a Budapest per protestare contro Orbán

"Péter Magyar ha mantenuto la sua promessa", spiega il corrispondente di Euronews Zoltán Siposhegyi, "Non solo la piazza principale di Budapest, ma anche le stradine intorno erano piene di gente. La cosa straordinaria è che non si vedeva nemmeno una bandiera o un manifesto dell'opposizione. Infatti, gli oratori hanno criticato aspramente non solo il governo Fidesz (il partito di Orbán, ndr), ma anche l'intera élite dell'opposizione".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ungheria, l'opposizione: "Orbán spende i soldi pubblici in campagne di diffamazione"

Ungheria: l'ex meccanico diventato artista, dalle auto alle sculture fatte di metallo

Salis esce dal carcere: ai domiciliari in Ungheria in attesa di processo ed elezioni europee