Honduras: l'ex presidente Hernandez condannato per traffico di droga e legami con i narcos

Juan Orlando Hernandez
Juan Orlando Hernandez Diritti d'autore AP
Diritti d'autore AP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Juan Orlando Hernandez è stato condannato a New York perché accusato di aver favorito il traffico di droga dal Paese dell'America centrale. Rischia almeno 40 anni di carcere

PUBBLICITÀ

L'ex presidente dell'Honduras Juan Orlando Hernandez è stato condannato venerdì a New York con l'accusa di aver cospirato con i narcotrafficanti e di aver usato l'esercito e la polizia nazionale per permettere a tonnellate di cocaina di entrare senza ostacoli negli Stati Uniti. Le accuse prevedono un minimo obbligatorio di 40 anni di carcere e un massimo potenziale di carcere a vita. La sentenza è stata fissata per il 26 giugno. L'avvocato difensore ha fatto sapere che ricorrerà in appello.

Hernandez: dalla lotta al narcotraffico alle accuse per il 'narco-Stato'

Un tempo Hernandez era stato elogiato dagli Stati Uniti come uno dei principali alleati regionali nella lotta al narcotraffico. Ma appena tre mesi dopo le sue dimissioni, all'inizio del 2022, è stato arrestato ed estradato negli Stati Uniti. Si è scoperto che non ha combattuto il narcotraffico, ma al contrario ha costruito un "narco-Stato".

In Honduras, il processo è seguito con attenzione e talvolta viene definito "il processo del secolo". Mentre alcuni criticano il fatto che un politico di primo piano possa essere estradato e processato all'estero, altri ammettono che il sistema politico honduregno è troppo debole, in particolare nella divisione dei poteri, e un simile processo in patria non potrebbe accadere.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Droga: aumenta l'offerta, sempre più difficile la lotta dell'Ue contro il narcotraffico

Droga e violenze record in Costa Rica, l'aiuto dell'Ue per fermare i narcos

Ecuador, accuse di terrorismo alle gang dopo l'evasione di due boss della droga